Anteprime

Land Rover Discovery Sport 2020, arriva il restyling

di Junio Gulinelli -

Nuove motorizzazioni elettrificate, più sicurezza e piccole novità estetiche. In Italia da 39.000 euro

La Land Rover Discovery Sport si aggiorna. Da Oltremanica sono arrivate le prime fotografie e informazioni ufficiali del restyling 2020, che in Italia è già ordinabile con prezzi a partire da 39.000 euro. La sport utility dinamica inglese si rinnova con nuove motorizzazioni, ora anche elettrificate, tecnologie più avanzate, soprattutto in tema di connettività, e maggiore sicurezza.

Novità estetiche

 

La nuova Land Rover Discovery Sport 2020 subisce prima di tutto un leggero lifting estetico che coinvolge il frontale e il posteriore, con nuovi gruppi ottici (a LED anche dietro), griglie e paraurti ridisegnati. L’abitacolo si rinnova soprattutto sotto il profilo high-tech, con l’introduzione del nuovo sistema di infotainment Touch Pro con Smart Settings e hot-spot wifi. Completamente nuovi anche i sedili che, grazie alla configurazione modulabile 5+2, consentono fino a 24 differenti combinazioni.

Più sicura

 

Il reparto sicurezza della Discovery Sport 2020 viene potenziato con nuovi sistemi tra cui lo Smart Rear View Monitor con un display al posto del tradizionale specchietto retrovisore centrale. In off-road si potrà inoltre godere del Ground View che proietta nel display centrale le immagini delle telecamere frontali a 180 gradi, permettendo di vedere virtualmente attraverso il cofano. Tra gli altri ‘aiuti’ della guida assistita la Land Rover Discovery 2020 avrà a disposizione anche il Terrain Response 2 a regolazione automatica, il Tow Assist, l’Adaptive Cruise Control con Steering Assist, il Lane Keep Assist, l’Autonomous Emergency Braking e il Driver Condition Monitor.

La gamma motori elettrificata

Sotto il cofano si potrà optare tra le diverse versioni della gamma motori aggiornata, tra cui i nuovi 4 cilindri benzina e diesel della famiglia Ingenium. Particolarmente efficienti e pulite le varianti mild hybrid con sistema a 48V che dichiarano fino a 144g/km di CO2 e consumi medi di 6,9 litri/100 km. In un secondo momento, dopo il lancio, arriverà anche la versione ibrida plug-in.

Più rigida del 30%

Dal punto di vista del telaio, infine, la nuova Land Rover Discovery Sport, che si basa sulla piattaforma PTA aggiornata, aumenta la rigidità strutturale del 13%, mentre le versioni a trazione integrale gioveranno del sistema Driveline Disconnect che esclude l’asse posteriore, quando possibile, in modo da da ridurre i consumi.