Anteprime

Kia XCeed restyling: le foto e i dati

di Marco Coletto -

Le foto e i dati della Kia XCeed restyling, lifting della SUV compatta coreana

A tre anni dal lancio la Kia XCeed si rinnova: la SUV compatta coreana ha beneficiato di un leggero restyling che ha portato modifiche tecniche e (soprattutto) estetiche. Le vendite inizieranno a settembre.

Di seguito troverete le foto e i dati relativi agli interventi meccanici e stilistici che hanno coinvolto la crossover asiatica, ora disponibile anche nella versione sportiveggiante GT Line.

Le foto della Kia XCeed restyling

Kia XCeed restyling: le modifiche estetiche

La Kia XCeed restyling si distingue dalla variante pre-lifting per un look più sportivo: merito dei cambiamenti apportati al frontale (gruppi ottici, mascherina e paraurti) e alla coda (diffusore) e dei nuovi cerchi in lega da 18”.

Dentro troviamo invece lo specchietto retrovisore centrale con cornice sottile e nuovi temi per il cruscotto digitale da 12,3”.

title

Kia XCeed restyling: i motori

La gamma motori per l’Europa della Kia XCeed restyling sarà composta da sei unità:

  • un 1.5 turbo mild hybrid benzina MHEV da 160 CV
  • un 1.6 turbodiesel mild hybrid MHEV da 136 CV
  • un 1.0 turbo tre cilindri benzina T-GDI da 120 CV
  • un 1.5 turbo benzina T-GDI da 160 CV
  • un 1.6 turbo benzina T-GDI da 204 CV
  • un 1.6 ibrido plug-in benzina PHEV da 141 CV

Non si sa ancora quali propulsori saranno disponibili in Italia.

title

Kia XCeed restyling: sicurezza in primo piano

La Kia XCeed – già apprezzata per la sua ricca dotazione di ADAS – è diventata ancora più generosa di sistemi di assistenza alla guida in occasione del restyling. Qualche esempio? Il cruise control adattivo che si basa sulle indicazioni del navigatore, l’RCCA (Rear Cross-Traffic Collision-Avoidance Assist: quando si esce in retromarcia da una strada secondaria riconosce la presenza di eventuali veicoli sulla traiettoria e attiva automaticamente i freni per evitare una collisione), il BCA (Blind-Spot Collision-Avoidance Assist, che monitora l’angolo cieco e corregge la traiettoria) e la guida autonoma in autostrada HDA (Highway Driving Assist).