Anteprime

Ford Mustang 2.3L EcoBoost: 330 CV con il pacchetto High Performance

di Junio Gulinelli -

Upgrade meccanico per la variante di accesso alla gamma della Pony Car d'Oltreoceano

Per i puristi la vera Ford Mustang è quella con il V8, ora nota come GT. Ma dal suo sbarco in Europa la Pony Car d’Oltreoceano si è proposta anche con una più modesta motorizzazione EcoBoost, a benzina, da 2,3 litri, che rappresenta la variante di accesso della gamma.

Questa versione ora si aggiorna con un extra di potenza accompagnato da dettagli inediti. Il motore 2.3L EcoBoost della Ford Mustang 2020 migliora grazie a un turbo di dimensioni maggiori, un radiatore più grande e una riprogrammazione della centralina elettronica che, insieme, elevano la potenza del quattro cilindri a 330 CV (+40 CV), con una coppia massima di 475 Nm.

 

Con questo upgrade la Mustang entry level migliorerebbe la performance sullo 0 -100 km/h di mezzo secondo (ora copre lo sprint in 5,8 secondi). La nuova Ford Mustang 2.3L High Performance Package, questo è il suo nome ufficiale, non presenta novità estetiche radicali, eccetto per alcuni loghi specifici posizionati dietro ai passaruota anteriori, gli adesivi sul cofano, gli specchietti retrovisori verniciati in grigio e i cerchi specifici da 19 pollici.

Dal punto di vista tecnico la nuova Mustang EcoBoost High Performance Package 2020 monta nuovi dischi freno da 353 mm all’anteriore, oltre a barre stabilizzatrici da 32 mm all’anteriore e da 24 al posteriore e cambi all’elettronica che si fanno notare su componenti sensibili come lo sterzo e il controllo della stabilità. Tutte queste novità sono state annunciate per la Ford Mustang 2020 che arriverà sul mercato statunitense, ma possiamo immaginare che coinvolgeranno anche la variante europea.