Anteprime

Bentley Mulsanne 6.75 by Mulliner, il canto del cigno

La serie limitata segna la fine della produzione della limousine del marchio di Crewe

Con la serie limitata 6.75 Edition by Mulliner, Bentley dice addio alla mitica Mulsanne. La limousine d’Oltremanica va in pensione a partire dalla prossima Primavera e lo fa con un omaggio di 30 esemplari speciali all’iconico otto cilindri a V.

L’elettrificazione imposta dalle nuove norme sui consumi non lascia più spazio a questo enorme V8 introdotto ormai ben 60 anni fa da Bentley con la S2 del 1959. Negli anni è evoluto e cresciuto, arrivando fino all’attuale versione da 537 CV di potenza  ben 1.100 Nm di coppia. Il testimone di questo propulsore storico lo prende il V8 4.0 che spinge la Flying Pur, erede spirituale della Mulsanne. Ma Bentley è ormai anch’essa sulla strada dell’elettrificazione (già c’è la Bentayga Hybrid) e in futuro arriverà anche una motorizzazione ibrida con un V6 da 2,9 litri.

La Bentley Mulsanne 6.75 Edition by Mulliner sfoggia diversi riferimenti al V8 come sui motivi cuciti sui sedili, sui badge cromati sulla carrozzeria, sui quadranti dell’orologio e sul vano motore, oltre alle luci a LED che proiettano il logo 6.75 sull’asfalto sotto alle portiere. A distinguerla dal resto della gamma ci sono anche le rifiniture per la carrozzeria in nero lucido, i cerchi Mulsanne Speed da 21 pollici. Gli interni, tutti in pelle traforata, sono proposti in quattro colorazioni: Imperial Blue, Beluga, Fireglow e Newmarket Tan. Sulla console, infine, troviamo modanature speciali e una placca commemorativa in metallo.