Anteprime

Nuova Audi A6 allroad: le foto e i dati

di Marco Coletto -

Audi ha svelato le foto e i dati della quarta generazione della A6 allroad: trazione integrale, look che strizza l'occhio al mondo delle SUV e motori 3.0 mild hybrid turbodiesel V6

Audi ha svelato le foto e i dati della nuova A6 allroad: la quarta generazione dell’elegante station wagon tedesca che strizza l’occhio al mondo delle SUV arriverà nelle concessionarie italiane nel terzo trimestre 2019. I prezzi? Non ancora comunicati.

Audi A6 allroad: cosa cambia nel look rispetto alla A6 Avant

Facile distinguere esteticamente un’Audi A6 allroad da una “semplice” Avant: single frame con lamelle verticali in alluminio, mancorrenti al tetto specifici, modanature alle cornici dei finestrini, protezioni sottoscocca, inserti in corrispondenza dell’estrattore, fascia nera o in look alluminio che collega visivamente i gruppi ottici posteriori e modanature ai passaruota grigie (optional in tinta carrozzeria o nere lucide). I cerchi in lega standard sono da 18” ma le dimensioni possono salire fino a 21”.

title

Audi A6 allroad: i motori

La gamma motori della nuova Audi A6 allroad è composta da tre unità 3.0 mild hybrid 48V turbodiesel V6 TDI da 231, 286 e 349 CV. Tutte abbinate a un cambio automatico tiptronic a 8 rapporti.

title

Audi A6 allroad: i contenuti off-road

La quarta serie dell’Audi A6 allroad può vantare una capacità di traino di 2,5 tonnellate, la possibilità di tenere sotto controllo mediante il monitor MMI l’inclinazione longitudinale e trasversale della vettura e l’assistente alla discesa che limita automaticamente la velocità in un range compreso tra 2 e 30 km/h.

La dotazione di serie comprende anche, tra le altre cose, le sospensioni pneumatiche adattive (altezza da terra variabile in funzione della velocità e del programma di marcia: in “auto” e “comfort” l’assetto è a 13,9 cm dal suolo, oltre i 120 km/h viene ribassato di 1,5 cm, con il programma “allroad” la luce da terra aumenta di 3 cm fino a 80 km/h e di 4,5 cm fino a 35 km/h con la modalità “offroad/lift”).

Per quanto riguarda gli optional segnaliamo invece il differenziale posteriore sportivo e lo sterzo integrale dinamico. Quest’ultimo consiste in uno sterzo dinamico con rapporto di trasmissione variabile tra 9,5:1 e 16,5:1 sull’assale anteriore abbinato a un sistema di sterzatura posteriore (fino a 60 km/h le ruote posteriori sterzano in controfase rispetto alle anteriori fino a un massimo di cinque gradi, oltre i 60 km/h sterzano nella stessa direzione delle anteriori fino a un massimo di due gradi).