Anteprime

Aston Martin DBS Superleggera Volante

La più sexy delle granturismo di Gaydon si spoglia e diventa open air

La nuova Aston Martin DBS Superleggera Volante aggiunge un’extra di sensualità ad uno dei prodotti di punta della gamma di Gaydon.

Aerodinamica prima di tutto

Ad eccezione del logico cambio nella zona del tetto, questa variante open air della gran turismo inglese sfoggia anche leggere modifiche estetiche, rivolte a migliorare l’aerodinamica. A questo proposito le prese d’aria anteriori sono più generose e anche l’alettone posteriore Aeroblade II subisce dei piccoli ritocchi. Con questi aggiornamenti Aston Martin annuncia un carico aerodinamico di 177 kg a massima velocità, un valore praticamente identico ai 180 kg generati dall’aerodinamica della Superleggera chiusa.

Capote in tela

 

Rispetto al tetto, l’Aston Martin DBS Superleggera Volante monta una capote in tela composta da otto cappe differenti per rendere l’isolamento quasi ermetico. Otto sono anche i colori disponibili per la capote, che si apre e chiude in 14 secondi.

Spinta dal V12

Il cuore del powertrain che spinge l’Aston Martin DBS Superleggera Volante è lo stesso della gemella chiusa: il V12 da 5,2 litri da 725 CV e 900 Nm di coppia massima, abbinato alla trasmissione ZF a otto rapporti, che le permette di sprintare da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi e di raggiungere i 340 km/h di velocità massima. In Germania avrà un prezzo di partenza di 329.100 euro.