Moto

Ranch La Biscia, nuovi guai per Valentino Rossi?

Poche settimane fa abbiamo pubblicato un video che ritraeva i Rossi, Valentino e Graziano (il padre), in una sfida nel famoso “Ranch La Biscia”, dove Valentino e company si divertono a girare nel tempo libero.

Il “Ranch La Biscia” non è altro che una pista privata, o meglio un’ovale (con qualche variante), costruita sul terreno di proprietà del pilota pesarese adiacente alla sua abitazione di Tavullia. Già nei mesi erano giunte alcune lamentele da parte dei vicini, per il rumore troppo forte emesso dalle moto. Ma le cose ora sono diventate un tantino più serie.

L’accusa è di abuso edilizio e mancato rispetto delle norme acustiche

Cinque famiglie che risiedono nei pressi del Ranch hanno depositato un esposto presso il tribunale penale della Procura di Pesaro, portando avanti la tesi secondo cui la pista non solo non rispetta i limiti acustici imposti dalla legge ma non è conforme al progetto iniziale: abuso edilizio.

La questione legata al rispetto dei limiti acustici non è cosa nuova, va avanti già da diversi mesi. Alcune settimane fa, infatti, Graziano e Valentino Rossi hanno effettuato un test monitorato dall’Arpam dal quale non sarebbero emerse anomalie dal punto di vista acustico (se si escludono piccoli tratti del tracciato in cui veniva oltrepassata leggermente la soglia consentita).

Gli oppositori, tuttavia, hanno avanzato l’ipotesi che in quel caso sarebbero state usate moto con gli scarichi omologati, differentemente da come accade di solito. Insomma, in un modo o nell’altro, in casa Rossi c’è poco da star tranquilli.