Prova su strada

BMW R 1250 R, in sella alla nuova naked bavarese

di Francesco Irace -

Conserva il DNA di sempre, ma è più sportiva e dinamica grazie al nuovo motore Boxer da 136 CV

Appeal Rispetto al passato la recente generazione è più dinamica e sportiva, e con un look più curato
Contenuti Tecnologici Ha un pacchetto ricco che spazia dai riding mode del Ride by Wire alle sospensioni elettroniche Dynamic ESA
Piacere di guida Il motore spinge molto forte e l'assetto è perfettamente bilanciato per garantire allo stesso tempo comfort e divertimento
Dettagli Special Tra i vari allestimenti c'è la più ricercata Option 719, oltre ai pacchetti estetici disponibili in opzione

La naked bavarese non è più quella di una volta, già da un pezzo. Nel 2015, infatti, ha debuttato l’ultima generazione nata sugli schemi del Concept Roadster, aggiornata nel 2019 con piccoli dettagli estetici e con un nuovo boxer da 1250 cc preso in prestito della best seller R 1250 GS. Ora la BMW R 1250 R è più dinamica e sportiva rispetto al passato, e grazie al nuovo propulsore è anche più bella da guidare.

A spingerla ci pensa il nuovo Boxer con tecnologia BMW ShiftCam per la fasatura e l’alzata variabile delle valvole sul lato aspirazione, che contribuisce a migliorare l’efficienza, l’erogazione della potenza e la risposta a tutti i regimi. La cilindrata passa dai 1.170 cc del modello precedente a 1.254 cc, con la potenza che tocca oggi i 136 CV e 143 Nm (prima parlavamo di 125 CV e 125 Nm).

È disponibile in quattro versioni, tutte caratterizzate da particolari livree e alcuni dettagli estetici dedicati: si spazia dalla Base e si arriva alla più ricercata Option 719 (dotata di una tinta bronzo metallizzato), passando per le HP (più sportiva con la classica colorazione BMW bianca, blu e rossa) e Exclusive (un pizzico più elegante ma comunque dal carattere dinamico).

Di base è equipaggiata con sospensioni regolabili con la forcella Sachs upside-down da 45 mm e un paralever al posteriore, ma in opzione è possibile optare per le sospensioni elettroniche Dynamic ESA che adattano la risposta in tempo reale in base alla situazione di guida. Anche la nuova R 1250 R monta di serie il nuovo sistema Connectivity con l’ampio display da 6,5” (per gestire telefono, musica, navigazione e intrattenimento) e (a pagamento) il nuovo sistema di chiamata di emergenza.

title

A CHI SI RIVOLGE

Non è una naked facile “da inquadrare”, infatti non ha concorrenti dirette. La BMW R 1250 R è sportiva e classica allo stesso tempo, ma è meno cattiva ed estrema delle altre naked da circa 1.200 cc e più confortevole delle nude tutte pepe da 800-1000 cc. Si rivolge a un pubblico facoltoso, strizzando l’occhio al motociclista attento allo stile e ai dettagli, che ama una moto che sappia coniugare l’eleganza e la comodità che contraddistinguono le moto del marchio bavarese con quel tocco di sportività dato non solo dal nuovo look, ma soprattutto da un motore molto potente.

title

IN SELLA

Non è un peso piuma, ferma la bilancia (in ordine di marcia) sui 239 kg (dovuti allo scarico, al catalizzatore e a una serie di elementi che rendono la moto già pronta per l’omologazione Euro 5), che si fanno sentire – va detto – solo nelle manovre da fermo e alle basse andature. La posizione di guida è comoda e l’ergonomia è perfetta anche per i più alti; non si rischia mai di toccare i cilindri con le ginocchia, per intenderci.

Si sta comodi e con il busto non troppo caricato in avanti. Anche per questo motivo la R 1250 R si rivela perfetta sia per guidare allegri che per andare a spasso, con borse e passeggero al seguito. Con le sospensioni elettroniche che si adattano in un batter d’occhio alle condizioni di guida e con il boxer che spinge fortissimo, ci si può divertire tanto. L’erogazione è perfetta, quasi elettrica, e il motore è sempre pronto.

Ad ogni spalancata del gas corrisponde una risposta immediata e corposa, che si esaurisce con un ottimo allungo. Alle andature più sostenute il peso non si sente affatto, la moto scende in piega con estrema facilità, pur non essendo un fulmine nei cambi di direzione più veloci. Benissimo il cambio elettronico, perfetta la frenata. E anche al pacchetto elettronico non si potrebbe chiedere di più.

title

QUANTO COSTA

La nuova BMW R 1250 R parte da 14.950 euro, ma basta poco per far lievitare il prezzo attingendo dall’ampio catalogo accessori. Ci sono pacchetti estetici dedicati o anche singoli optional a cui si fa fatica a rinunciare. Ad esempio, le sospensioni elettroniche ESA costano 800 euro, mentre le versioni HP, Exclusive e Option 719 costano rispettivamente +570 euro, +500 euro, +990 euro.

Tra gli optional citiamo il cambio elettro assistito pro (450 euro), manopole riscaldabili (250 euro), Cruise Control (360 euro), parabrezza Sport (210 euro), spoiler motore (330 euro), sistema di chiamata d’emergenza (370 euro), terminale di scarico sportivo HP (890 euro), cerchi classic (950 euro) e cerchi sport (950 euro). Per finire con i pacchetti estetici da 2.650 euro o quelli Comfort (570 euro), Touring (1.700 euro) e Dynamic (1.050 euro).

Scheda Tecnica
MotoreBicilindrico Boxer da 1.254 cc
Potenza136 CV e 143 Nm
Peso (in ordine di marcia) 239 kg
Prezzo da 14.950 euro