Prova su strada

Aprilia Tuono 660, piccola bomba

di Alberto Pasi -

Se la sorella maggiore di 1.000 cc è per sole mani esperte, la più piccola Aprilia Tuono 660 sa entusiasmare chiunque, con una resa dinamica davvero sorprendente

HIGHLIGHTS

CONTENUTI TECNOLOGICI

Di tutto e di più. Bicilindrico da ben 95 CV, peso piuma di 183 kg in ordine di marcia, elettronica sofisticata per gestire al meglio tutto, frenata impeccabile

PIACERE DI GUIDA

Stare in sella è comodo e aiuta a gestire al meglio questa piccola belva. E’ facile al primo contatto, poi con l’esperienza potete tirar fuori emozioni di guida di enorme soddisfazione. Sul misto le maxi tremano…

DETTAGLI SPECIAL

Telaio in alluminio, forcellone monoblocco, sospensioni Kayaba, freni Brembo e gomme Pirelli Diablo Rosso, il meglio per una sportiva vera. E tanta elettronica con 5 mappature.

LE CARATTERISTICHE DELL’APRILIA TUONO 660

Ci vorrebbe un volume tecnico per raccontare tutti segreti di questa Aprilia. Qui proviamo a farvi un riassunto degli aspetti più eclatatnti.

Il motore 660, già montato sulla super sportiva RS e che andrà ad equipaggiare quest’anno anche l’inedita Tuareg “tuttoterreno”, riprende la bancata anteriore della 1000 V4 dal quale eredita testata, camere di scoppio, cilindri e pistoni. E’ un bicilindrico parallelo ultracompatto che ha anche funzione portante ed è infulcrato posteriormente al forcellone in alluminio.

Il carter è in due pezzi con i cilindri integrati per ridurre ingombri e rendere la struttura più robusta, ha la distribuzione bialbero con 8 valvole, le manovelle a 270°, la frizione ha il sistema antislittamento e il cambio a 6 marce può avere il controllo elettronico. L’iniezione prevede corpi farfallati da 48 mm con cornetti di aspirazione di differente lunghezza, l’acceleratore è elettronico. E l’elettronica in questa moto ha un ruolo determinante.

Ci sono: controllo di trazione e impennata regolabili, cruise control, sistema di controllo regolabile del freno motore, cinque mappature di cui due destinate all’uso in pista. Le prestazioni sono da record: 95 CV a 10.500 giri, 67 Nm a 8.500 giri, velocità…non dichiarata, ma si parla di oltre 230 km/h!

A CHI SI RIVOLGE LA APRILIA TUONO 660

E’ una sportiva polivalente che può piacere a molti indipendentemente dall’età. E’ versatile, non affatica, si può usare turisticamente quanto sportivamente con un livello di sicurezza dinamica superiore alla media. Il passeggero, che di solito su queste moto soffre, non è messo male con un sellino apprezzabile e pedane posizionate in modo ragionevole.

Molti gli accessori dedicati, tra cui: scarico speciale Akrapovic omologato, cambio a gestione elettronica, protezione serbatoio, nottolini al forcellone per il cavalletto racing, portarga in carbonio, sella in gel, cupolino maggiorato, borse da serbatoio e laterali, antifurto elettronico, presa USB, piattaforma inerziale a sei assi per la gestione dei controlli elettronici, dispositivo per collegarsi allo smartphone, codino monoposto.

IN SELLA DELLA APRILIA TUONO 660

La Tuono è stata messa a punto con grande attenzione e non è semplicemente una RS con il manubrio alto. La ciclistica vanta numerosi interventi con misure ad hoc, come l’interasse di 1.370 mm, il cannotto inclinato di 24,1°, la forcella dotata di piastre dal differente offset. Il tutto per conferire la massima maneggevolezza e la rapidità nei cambi di direzioni, aspetti determinanti nella guida sui percorsi misti dove la piccola Tuono si trova a perfetto agio.

Sin dai primi metri la moto si rivela intuitiva, stretta, leggera, docile nella gestione della potenza. Frizione leggera e modulabile, cambio di ridotta escursione e velocissimo nell’innesto della marcia. Le sospensioni sono al top, di taratura certamente sportiva ma anche capaci di assorbire degnamente le asperità della strada. La frenata, affidata all’anteriore a due dischi da 320 mm, è potentissima ma gestibile e il disco posteriore è calibrato per non essere esuberante.

Il motore, utilizzandolo tra i 5 e i 6.000 giri spinge già bene, poi si scatena con incredibile progressione e per alcuni piloti può dar la sensazione di “togliere il fiato” e questo già in modalità base. E’ inoltre un motore che perdona sbagli perché riprende bene anche con un rapporto di marcia sbagliato. Veramente minime le vibrazioni (grazie al contralbero). Detto della agilità, bisogna ricordare che la nuova Tuono aggredisce le curve con grade precisione (l’avantreno è davvero granitico) e anche sul veloce è molto precisa. Ha dunque una ciclistica che sa soddisfare l’esperto, ma anche tranquillizzare chi non ha molta esperienza.

La Tuono 660 è disponibile anche per patente A2 (48 CV).

QUANTO COSTA LA APRILIA TUONO 660

Disponibile in tre varianti di colore (giallo, nero, grigio), la Tuono 660 costa 10.550 euro f.c..

APRILIA TUONO 660: SCHEDA TECNICA

  • Motore: Bicilindrico parallelo frontemarcia, 659 cc
  • Potenza: 95 CV a 10.500 giri, 67 Nm a 8.500 giri
  • Peso: 169 kg a vuoto
  • Prezzo: 10.550 euro

LE FOTO DELLA APRILIA TUONO 660

tag
Aprilia