Moto

Mercato moto e scooter marzo 2014: +28,3%

di Francesco Irace -

Arriva la primavera e le due ruote tornano a brillare

Dopo il dati del mercato automotive, ci giungono quelli relativi alle vendite di moto e scooter di marzo 2014. Ebbene se per le auto il segno positivo va interpretato e preso con le molle, per quel che riguarda le due ruote sembra che la situazione sia leggermente migliore.

Nel mese appena terminato, con un totale di 17.916 veicoli, le immatricolazioni di moto e scooter sono cresciute del 28,3% rispetto a marzo 2013, che aveva pero’ – va detto – registrato un picco negativo del 47% nei confronti dell’anno precedente; insomma fare peggio era quasi impossibile.

“Il nostro è un timido sospiro di sollievo per questa inversione di tendenza che auspichiamo continui nei prossimi mesi” afferma Corrado Capelli, Presidente di Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Gli scooter con 10.633 unità immatricolate presentano un deciso aumento, pari al +39,6%. Le moto con 7.283 immatricolazioni raggiungono un +14,7% e consolidano l’andamento positivo degli ultimi quattro mesi. Marzo pesa in media l’11% del totale venduto nell’anno.

Anche i veicoli 50cc arrestano finalmente l’emorragia di volumi e fanno registrare 2.447 unità vendute per una crescita del +11%.

“Le due ruote continuano a essere una delle migliori soluzioni per la mobilità sostenibile – ha continuato Capelli –, ma il parco circolante in Italia è obsoleto e si sente la necessità di rinnovarlo. È più che mai necessario insistere affinché le istituzioni affrontino i nodi che frenano il mercato, in particolare chiediamo un efficace intervento sulle tariffe assicurative italiane, fuori controllo e non adeguate alla media europea.

Nello stesso tempo, non si possono più rimandare gli investimenti per rendere le infrastrutture sicure e adeguate alle due ruote. Su questi temi l’8 aprile prossimo presenteremo due libri, per ribadire l’impegno di Confindustria ANCMA e offrire strumenti concreti al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”.

Nel primo trimestre del 2014 l‘immatricolato delle due ruote italiane arriva a 36.250 veicoli, con un incremento del +12,9% rispetto ai primi tre mesi del 2013, ed è composto da 21.005 scooter (in crescita del +13,2%) e 15.245 moto (+12,4 %).

Per quanto riguarda gli scooter tornano a salire i maxi-scooter dopo mesi di segni negativi, ma il risultato migliore è sempre dei 300-500cc (+29%).

Per quanto riguarda le moto sono quelle superiori a 1000cc a crescere di più, insieme alle 300-500cc; il segmento più quotato resta quello delle enduro stradali, ma va registrato un importante incremento delle naked. Bene anche il mercato dell’usato con 43.767 passaggi di proprietà nel trimestre, +5,4%.

Moto

Honda, nel 2013 vendute 16.790.000 unità nel mondo

Crescita dell’8,7% rispetto all’anno precedente