Moto

Eicma 2012, un grande successo: oltre 500.000 visitatori

di Francesco Irace -

Dire che Eicma 2012 si sia conclusa con un successo potrebbe essere per certi versi anche riduttivo.

In un contesto economico senza precedenti il Salone del Motociclo, giunto alla sua 70esima edizione, ha contato ben 510.560 visitatori e 1053 espositori provenienti da 35 paesi. Numeri, dunque, tutt’altro che trascurabili. Il 78% dei presenti è arrivato dall’Europa; il 6% dall’America; il 13% dall’Asia; il 2% dall’Africa; l’1% dall’Oceania.

Ma a rimarcare che Eicma è l’evento dedicato alle due ruote più importante del mondo, contribuiscono anche i numeri relativi alla copertura mediatica: 5.720 tra giornalisti, fotografi e cameramen, giunti da tutti e cinque i continenti, dal 13 al 18 novembre 2012; il 77% dall’Europa; il 10% dall’America; l’11% dall’Asia; lo 0,30% dall’Africa; lo 0,70% dall’Oceania.

Nonostante la crisi finanziaria generale, che sta mettendo in seria difficoltà l’Italia, il settore ha dimostrato una profonda volontà, non solo di resistere, ma di ripartire. E alla base di tutto c’è – ed è viva – una grande passione.

Corrado Capelli: «Il settore che rappresento è una realtà coraggiosa»

«Sono molto orgoglioso di poter affermare che il settore che rappresento è una realtà coraggiosa, premiata da operatori e pubblico” ha dichiarato Corrado Capelli, presidente di Confindustria ANCMA ed EICMA. “Durante l’Esposizione, è stato anche firmato un importante accordo per l’internazionalizzazione.

Stiamo realizzando il possibile, ma a questo punto occorre il sostegno da parte del Governo. Sono necessari interventi in favore della ripresa economica e atti a favorire strategie industriali di crescita e di sviluppo».

Pier Francesco Caliari: «Offrire al settore tutte le opportunità necessaria per una promozione consistente»

«EICMA ha dimostrato di essere un contenitore completo e l’unico al mondo ad offrire determinate possibilità. C’è stato grande interesse da parte degli operatori stranieri e del pubblico sia per le attività commerciali sia per l’intrattenimento.

Il nostro sforzo va proprio in questa direzione: offrire al settore tutte le opportunità necessarie per una promozione consistente», ha affermato Pier Francesco Caliari, direttore generale di Confindustria ANCMA ed EICMA.