Videogame

Videogames – Rocket League: quando auto e calcio si fondono

di Francesco Neri -

Abbiamo giocato a fondo uno dei titoli più divertenti degli ultimi anni, ecco il nostro parere

Definire Rocket League un gioco di  corse forse non è corretto, ma devo ammettere che non lo avrei amato così tanto se le protagoniste non fossero state le nostre amate auto.
Rocket League, di fatto, è un gioco di calcio, con delle auto al posto delle persone. È possibile giocarlo su console, PC e smartphone, offline e online; ed è anche cross-platform, il che significa che si può giocare in rete con giocatori che possiedono console/dispositivi diversi dal vostro.

SEMPLICEMENTE DIFFICILE

Il gioco è molto semplice: bisogna fare goal nella porta dell’avversario, cercando di colpire la gigantesca palla di gioco con l’auto in modo da mandare il tiro a segno. Semplice, dunque, n teoria. Le squadre sono composte da uno a tre giocatori, per evitare il caos più totale, ma le partite risultano sempre frenetiche e combattutissime. Il bello del gioco, però, sono la fisica e la sua semplicità: la palla rimbalza con una certa lentezza, e la fisica di gioco è così accurata ed intuitiva da risultare semplicemente fantastica. I comandi sono pochi e immediati da comprendere: si può accelerare, saltare, usare il turbo (che si raccoglie sul campo) e compiere acrobazie in aria.
Arrivare a padroneggiare con estrema accuratezza tutto questo, però, richiede una certa quantità di tempo. È un po’ come giocare a tennis: colpire la pallina con la racchetta non è complicato, ma mandarla esattamente dove volete con precisione è un’altra storia.
Le prime partite online possono addirittura risultare frustranti, se capitate con giocatori esperti; ci vuole del tempo prima di riuscire a fare dei goal “di testa” e acrobazie elaborate, ma una volta che ci prendete la mano, comincerete ad osare e a compiere acrobazie incredibili.

title

PERSONALIZZAZIONI E MODALITÀ

Le auto poi sono personalizzabili all’infinito, e più si gioca più si sbloccano vetture, cerchi, alettoni, gadget e cappelli (per auto!), o addirittura scie del turbo, esplosioni (che avvengono quando si fa goal) e altro ancora. Online si possono anche acquistare pacchetti auto con i modelli più disparati, comprese vetture reali e dei film come la Jeep di Jurassic Park, vecchie e nuove batmobili o la Delorean di ritorno al futuro.
Se il calcio proprio non fa per voi, Rocket League offre anche la possibilità di giocare a basket (che ci ha divertiti da morire) e hockey.

VERDETTO

Rocket League è una ricetta semplice quanto efficace, che fa della fisica e della spettacolarità i suoi punti forti. Una boccata d’aria fresca in un panorama di giochi complicati, ed è adatto sia ai giocatori occasionali, sia a pro gamer. Tecnicamente ottimo, graficamente appagante e divertente come pochi giochi; riesce ad essere semplice e profondo allo stesso tempo, ed è in grado di dare assuefazione. Giocato in due sullo stesso schermo è esilarante, online diventa una vera malattia.