Videogame

Retro racing games – Crazy Taxi

di Francesco Neri -

Uno dei giochi arcade “da sala giochi” più famosi, è diventato un vero e proprio cult


Crazy Taxi ha segnato una generazione di giocatori: alla fine degli anni ’90 era in ogni bar, in ogni sala giochi e in ogni console di ogni ragazzo. È approdato su tantissime piattaforme, dal Sega Dreamcast, alla PlayStation 2, fino ad arrivare al Nintendo GameCube, ai PC Windows e infine sui dispositivi mobile Android, Apple e Blackberry.

title

IL TAXI PIÙ PAZZO DEL MONDO

Lo scopo di Crazy Taxi non è difficile da intuire: portare i clienti a spasso per San Francisco (uno per volta) il più velocemente possibile per ottenere soldi. I passeggeri, infatti, sono indicati con il simbolo del dollaro che cambia colore a seconda della ricchezza del “cliente” e della distanza della destinazione. Il rosso indica i clienti che devono percorrere una distanza breve, il giallo indica una distanza intermedia e il verde lontana.
La vera difficoltà risiede però nella lotta contro il tempo: è il cronometro a rendere il tutto difficile ed emozionante. Ad ogni corsa scatterà un countdown, e per guadagnare tempo extra dovrete essere bravi a portare il cliente in tempo a destinazione.

Si possono anche utilizzare i cosiddetti “crazy stunt”: acrobazie, salti, drift e “peli” alle altre auto, che servono ad aumentare il punteggio e i soldi guadagnati ad ogni corsa.
All’inizio della partita inoltre potrete scegliere tra diversi taxisti (Axel, BD Joe, Gena e Gus), ognuno caratterizzato dal proprio stile di guida.
L’aspetto più divertente del gioco, però, risiede nelle acrobazie e negli incidenti buffi e spettacolari.

Crazy Taxi rimane ancora oggi uno dei giochi di guida arcade più divertenti, e lo si può recuperare facilmente anche dai nostri smartphone.