Videogame

Retro racing games – Need For Speed Shift

di Francesco Neri -

Il primo titolo di Need For Speed dedicato agli amanti della simulazione, oggi facilmente rigiocabile sulle vostre console

Sono già passati dieci anni da quando è uscito Need For Speed Shift sugli scaffali. All’epoca lo comprai al giorno d’uscita, ero impaziente di giocare il primo Need For Speed “fatto da piloti per piloti”, così almeno venne definito. Uscì sulle piattaforme PlayStation 3, Xbox 360, PlayStation Portable e Microsoft Windows, ma in seguito venne importato anche sui sistemi operativi per smartphone iOS e Android.

Sviluppato dal team Slightly Mad, infatti, Shift è stato un Need For Speed atipico, lontano dai soliti inseguimenti arcade su strada: la pista e le corse sono il cuore del gioco, così come il modello di guida realistico. Adottare uno stile di guida pulito è fondamentale in Shift, stile invogliato dalla barra sullo schermo che “giudica” il vostro modo di guidare curva dopo curva, assegnandovi un punteggio alla fine della corsa.

title

Molta cura è stata posta anche nei dettagli che rendono la guida più immersiva: torna la visuale all’interno dell’abitacolo (assente fin dai tempi di Need For Speed 2000), con tanto di respiri del pilota e di visuale sfocata durante gli incidenti. I suoni del motore sono registrati e quindi molto curati, si possono sentire chiaramente i sibili della trasmissione e gli sbuffi della sovralimentazione.

Non è – e non vuole essere – un gioco di simulazioni come Gran Turismo, ma il giusto compromesso tra realismo di guida, immediatezza e adrenalina. La sensazione di velocità su schermo, infatti, è forse l’elemento che più lo accomuna agli altri titoli della saga Need For Speed.
La lista delle auto è lunga (si contano circa 80 vetture), tra sportive stradali, supercar da sogno e macchine da corsa.

Need For Speed Shift è tutt’ora un titolo attuale e molto divertente, capace di intrattenervi per svariate ore e facilmente recuperabile in negozio o negli store online delle vostre piattaforme.