Info Utili

Volante multifunzione, pro e contro di questo accessorio

Un volante multifunzione può essere d'aiuto in molte situazioni. Soprattutto, migliora sensibilmente gli standard di sicurezza

Fino a qualche anno fa era considerato come un optional, da aggiungere alla configurazione base dell’auto che si voleva acquistare. Oggi, invece, il volante multifunzione è di serie su quasi qualunque veicolo, anche la city car più economica in circolazione. D’altronde, rispetto ai “soliti” volanti, quelli multifunzione garantiscono al guidatore un deciso step in avanti sia sul fronte della facilità di controllo dell’auto sia sul fronte della sicurezza.

Grazie a questi strumenti, infatti, potremmo controllare diverse funzionalità del veicolo senza che ci sia bisogno di distogliere lo sguardo dalla strada o di togliere le mani dal volante. In questo modo si può guidare senza rischio di distrarsi e senza mettere a rischio la nostra incolumità e quella di chi ci è vicino.

Cosa è un volante multifunzione a cosa serve

Come dice anche il nome, il volante multifunzione mette a disposizione di chi si trova alla guida diversi comandi per controllare “a distanza” altrettante funzioni del veicolo stesso. La lista dei comandi cresce di anno in anno e rende lo sterzo sempre più avanzato, interattivo e “multimediale”. A grandi linee, oggi un volante multifunzione permette di controllare:

  • Sistema di infotainment (volume autoradio, stazioni radio, selezione fonte audio);
  • Cruise control;
  • Controlli telefono cellulare;
  • Comandi per display multifunzione;
  • Cruise control;
  • Cambio sequenziale.

Ovviamente, ogni produttore progetta e realizza un proprio volante multifunzione, dotato dei comandi più differenti. Se, ad esempio, il veicolo è dotato di un sistema di riconoscimento vocale, sullo sterzo si potrebbe trovare un pulsante per attivare i microfoni. Se, invece, si sceglie il cambio automatico/sequenziale, si può anche optare per le leve del cambio dietro il volante, come quelli utilizzati nelle auto da pista. Infine, alcuni modelli di volante multifunzione hanno i comandi del cruise control direttamente tra le razze, senza aggiungere altre leve aggiuntive al fianco di quelle per i tergicristalli, fari o frecce.

Volante multifunzione: i vantaggi

Come già accennato inizialmente, il volante multifunzione migliora sensibilmente la sicurezza del guidatore. Potendo controllare il sistema di infotainment direttamente dal volante, non c’è bisogno di staccare le mani dal volante. Né di smettere di guardare la strada per trovare le manopole della radio. Discorso valido anche nel caso dei comandi per controllare il telefonino: dopo aver sincronizzato lo smartphone con il sistema di infotainment si può rispondere a chiamate oppure effettuarle senza dover prendere il telefono.

Allo stesso tempo, il volante multifunzione facilita anche la user experience di chi si trova alla guida. I comandi sono letteralmente a portata di mano, in posizioni facilmente memorizzabili. In questo modo, non ci sarà bisogno di allungare braccia all’interno dell’abitacolo e “accedere” alle varie funzioni, multimediali e non, sarà molto più facile e immediato.

Volante multifunzione, i contro

A fronte di una lista di pro piuttosto corposa, i contro dei volante multifunzione sono piuttosto limitati. Alcuni, magari, potrebbero trovarli troppo complicati da utilizzare, con tutti quei comandi a portata di dito. Nella gran parte dei casi, però, è sufficiente un po’ di pratica iniziale e, nel giro di qualche settimana, tutto diventerà piuttosto naturale.

Uno dei pochi svantaggi dei volanti multifunzione è dato dal costo di riparazione e sostituzione. Nel caso in cui dovesse rompersi qualche comando, magari per usura, dovremmo giocoforza cambiare tutto lo sterzo. E i costi, in base al modello montato, potrebbero essere anche piuttosto elevati. Bisogna comunque mettere in conto una spesa di qualche centinaio di euro, destinate a salire per volanti con funzioni più avanzate.