Info Utili

Perché il volante dell’auto vibra e come risolvere il problema

Il problema della vibrazione al volante dell'auto è molto fastidioso e può diventare anche pericoloso per la circolazione: come risolverlo

Credits: iStock

Quando il volante della vostra macchina inizia a vibrare, allora sicuramente il problema è da attribuire all’equilibratura delle ruote. Per quanto infatti possa essere accurata la struttura di gomme e cerchi, non è in grado di assicurare l’uniformità assoluta nella distribuzione del peso e del materiale.

L’equilibratura è un intervento che avviene in già negli stabilimenti di produzione, su tutte le auto nuove, ma che deve esser ripetuta poi più o meno frequentemente. Vediamo quindi quando bisogna fare la bilanciatura di cerchi e pneumatici, come e a che cosa serve.

La rigidità degli pneumatici auto

Caratteristica aumentata delle gomme di ultima generazione – la rigidità – per il profilo “ribassato” del fianco. Le fastidiose vibrazioni al volante possono essere evitate grazie alla perfetta equilibratura delle ruote e ad un centraggio molto attento dello pneumatico sul cerchio. Se le ruote sono squilibrate, allora è più probabile che si presentino le suddette vibrazioni, che possono però esser causate anche dall’eccentricità della gomma o dal gioco anomalo tra ruota e mozzo.

Quando si procede con la sostituzione degli pneumatici (stagionale o in seguito a usura) è necessario provvedere all’equilibratura delle ruote. Un intervento che il professionista effettua servendosi di macchinari appositi, le cosiddette equilibratrici, che indicano lo squilibrio (in grammi) e il posizionamento esatto dei pesi da aggiungere.

Vibrazione delle gomme ad alte velocità

Una cosa molto importante da sapere è che la pressione di gonfiaggio degli pneumatici è un altro fattore che influenza le vibrazioni. Questo significa che è necessario gonfiare le gomme per il carico minimo del veicolo, dati e informazioni sono leggibili all’interno del manuale dell’auto. Nel caso in cui lo squilibrio sia prolungato nel tempo, gli pneumatici rischiano chiaramente di usurarsi in maniera irregolare a causa del saltellamento o dello sfarfallamento. Per questo l’equilibratura può solo attenuare le vibrazioni.

Gomme ovalizzate: cosa fare

A causa della sosta dell’auto, solo per periodi di pochi giorni, è possibile assistere alla deformazione temporanea degli pneumatici. Generalmente si tratta di inconvenienti che scompaiono dopo pochi chilometri di percorrenza. Se invece la macchina rimane ferma più a lungo, allora è possibile che le gomme possano subire degli appiattimenti permanenti, deformazioni che possono causare vibrazioni al volante impossibili da eliminare. In previsione di lunghi periodi di sosta sarebbe bene aumentare la pressione di gonfiaggio delle gomme auto a 3-3,5 bar.

Come fare l’equilibratura con i cerchi in lega

Sui cerchi in acciaio è possibile aggiungere i classici pesi di bilanciatura fissati con gancetto sui bordi del cerchio, ma sui cerchi in lega è necessario usare pesi di tipo adesivo, perché quelli fermo metallico andrebbero a rovinare la vernice protettiva. I cerchi in lega moderni, spesso, per la loro conformazione, necessitano dell’equilibratura “cieca”, con pesi adesivi applicati sulla superficie interna del cerchio.

Cosa fare in caso di vibrazione al volante

Il nostro consiglio, ai primi segnali di vibrazioni anomale al volante o sul pianale, è quello di non aspettare e di rivolgersi subito ad un gommista, con esperienza e attrezzature valide per capire e risolvere il problema. Solo in questo modo è possibile evitare dei danni certamente più costosi e soprattutto continuare a viaggiare in sicurezza.

Fate attenzione alla corretta equilibratura e anche al corretto montaggio delle ruote, elementi a volte sottovalutati dagli operatori. È necessario evitare tensioni anomale sul cerchio, durante la fase di serraggio, e quindi rispettare la coppia di serraggio dei bulloni e la corretta successione in ordine incrociato a più riprese.

Leggi l'articolo su Icon Wheels