Info Utili

Come si verifica la classe ambientale della propria auto?

Le auto circolanti in Italia fanno parte di una speciale categoria, detta classe ambientale, a seconda dell'anno di immatricolazione e delle emissioni

È possibile sapere la categoria di omologazione della propria auto semplicemente controllando la tabella euro auto, bisogna chiaramente sapere come fare e ora lo vedremo insieme. Analizziamo quindi nello specifico le varie classi ambientali dei mezzi circolanti e capiamo meglio quali sono le differenze per quanto riguarda le emissioni inquinanti (utili per sapere quali vetture rientrano nei nuovi incentivi statali).

Classe ambientale auto: veicoli Euro 6

In questa categoria rientrano le macchine immatricolate da settembre 2015. Le tipologie di omologazione in questo caso sono:

  • Euro 6A, immatricolate da gennaio 2016, emissioni di CO 0,5 g/km per i diesel e 1 g/km per i benzina, emissioni di NOx 0,080 g/km per i diesel e 0,060 per i benzina ed di particolato (PM) 0,005 g/km per entrambe;
  • Euro 6B, emissioni di PM ridotte a 0,0045 g/km sia per i diesel che per i benzina;
  • Euro 6C, obbligatoria per le omologazioni a partire da settembre 2018, valore di PM per le auto a benzina pari a 6×1011/km. Il livello delle emissioni deve essere rilevato tramite prova su strada seguendo il nuovo ciclo WLTP;
  • Euro 6D-Temp, si misurano gli inquinanti in base ai cicli di omologazione WLTC e al test RDE al posto del vecchio NEDC.

Classe ambientale auto: veicoli Euro 5

La categoria in questione include tutte quelle vetture con anno di immatricolazione che va dal mese di gennaio 2011, oppure si considera l’omologazione a partire dall’1 settembre 2009.

Classe ambientale auto: veicoli Euro 4

Le macchine che fanno parte della classe ambientale Euro 4 sono state immatricolate a partire dal primo gennaio 2006 fino al primo gennaio 2011. In questo caso la vettura rientra nella categoria solo ed esclusivamente se la Direttiva di riferimento, la 98/69 CE-B, riporta appunto la lettera B, qualsiasi altra sigla indica il riferimento ad una normativa precedente.

Classe ambientale auto: veicoli Euro 3

Arriviamo quindi alle auto ancora più datate, che fanno parte di questa categoria. Nella classe Euro 3 ci troviamo tutti i mezzi immatricolati a partire dal primo gennaio 2001 fino al primo gennaio 2006, che oltretutto sono conformi alla direttiva 98/69 CE in vigore dal 2000. Attenzione: alcune di queste vetture potrebbero essere state immatricolate nel 2001 e fabbricate nel 2000 e non essere quindi conformi alla direttiva Euro 3.

Classe ambientale auto: veicoli Euro 2

Altro gruppo, vi rientrano i veicoli che sono stati immatricolati a partire dall’anno 1996. Devono essere inoltre conformi alla direttiva 94/12 CEE, che è entrata anch’essa in vigore nel 1996.

Classe ambientale auto: veicoli Euro 1

E infine possiamo parlare di questa categoria, in cui ci sono le macchine conformi alla direttiva 91/411 CEE, che ha obbligato tutti i produttori a montare la marmitta catalitica e utilizzare l’alimentazione a iniezione. Fanno parte di questa classe ambientale le auto immatricolate a partire dal primo gennaio 1993. Attenzione: è consigliato controllare attentamente il libretto auto; se infatti non c’è alcuna indicazione sulla direttiva CEE/411, allora la macchina deve essere considerata facente pare della categoria Euro 0.

Come controllare la classe ambientale dell’auto

Per verificare a quale categoria appartiene il vostro veicolo, dovete collegarvi al sito internet Il Portale dell’Automobilista – click su servizi online, click su “verifica classe ambientale veicolo”. Basta inserire il tipo di mezzo e il numero di targa. In alternativa fate la verifica sul libretto di circolazione.