Info Utili

Telepass, quale richiedere e quali sono le differenze

Esistono differenti abbonamenti Telepass che vanno incontro alle esigenze di tutti gli utenti, ognuno offre diversi servizi

Il Telepass è uno strumento conosciuto e utilizzato ormai da 30 anni, che serve per il pagamento automatico del pedaggio autostradale. Al passaggio al casello infatti la sbarra si alza automaticamente, l’importo dovuto viene addebitato sul conto corrente a cui è associato il dispositivo installato in auto.

Telepass, di cosa si tratta e come si richiede

Si tratta di una scatoletta che viene inserita all’interno del proprio veicolo, agganciata al parabrezza con un adesivo. Permette, come abbiamo detto, il pagamento del pedaggio autostradale in modo automatico. Questo è possibile grazie alla modalità di comunicazione via radio da parte del dispositivo con le varie antenne.

La richiesta del Telepass può essere fatta direttamente online, presso uno dei Punto Blu lungo l’autostrada oppure presso le banche autorizzate e convenzionate con questa tipologia di servizio. Per fare la domanda servono:

  • dati anagrafici;
  • carta d’identità;
  • codice fiscale;
  • indirizzo di residenza;
  • numero di telefono e indirizzo mail;
  • IBAN;
  • username e password creati al momento della registrazione;
  • targa del veicolo su cui verrà installato il Telepass;
  • firma digitale.

Per l’attivazione serve avere un conto corrente presso una banca convenzionata o una carta di credito.

Telepass, quanto costa e quali servizi comprende

Possedere il Telepass comporta un costo fisso di soli 1,26 euro al mese, con pagamento ogni trimestre, addebitato direttamente sul conto corrente indicato in fase di attivazione o sulla carta di credito. Si tratta di un dispositivo nato solo per il pagamento dell’autostrada, ma che negli anni si è evoluto, e oggi comprende differenti altri servizi, tra cui:

  • pagare la sosta nei principali parcheggi italiani senza costi aggiuntivi;
  • pagare la sosta su strisce blu, tramite l’App Pyng;
  • gestire l’ingresso nell’Area C di Milano;
  • acquistare e/o ritirare il biglietto per il traghettamento sullo Stretto di Messina.

Le differenti tipologie di Telepass, quale richiedere

Ci sono tre differenti tipi di abbonamento Telepass tra cui scegliere:

  • privati;
  • business;
  • truck.

Il primo è destinato appunto ai privati, persone fisiche e non giuridiche. Prevede la disponibilità di un dispositivo per 2 veicoli al massimo, associando le due targhe. Non è possibile invece associare due dispositivi allo stesso veicolo. Questo abbonamento comprende tutti i servizi Telepass di cui abbiamo parlato prima.

L’opzione Telepass Business invece è per aziende e liberi professionisti che si muovono per motivi di lavoro lungo le autostrade italiane. Rispetto all’abbonamento precedente comprende anche altri vantaggi, attivando la versione Premium:

  • assistenza stradale, 24/7;
  • risparmio sul costo del pedaggio di 2 cent di euro al litro di carburante (facendo rifornimento in un punto Eni Station);
  • risparmio sul costo del parcheggio dell’aeroporto di Fiumicino;
  • sconti in Autogrill, Ristop, MyChef, Chef Express;
  • sconti per noleggio auto con Hertz, Maggiore, Europcar;
  • sconti per partenze via mare con Grandi Navi Veloci, Grimaldi Lines o SNAV;
  • risparmio fino a 75 euro sul pedaggio autostradale con l’acquisto di gomme Pirelli;
  • sconti su assicurazione auto;
  • sconti nei punti vendita McArthurGlen.

L’opzione Premium costa ulteriori 1,23 euro al mese.

Il Telepass Truck è per le aziende di trasporto, dotate di una flotta di camion di peso superiore ai 35 quintali e che effettuano viaggi anche oltre l’Italia.

Cos’è Telepass Pay X?

Telepass Pay X è una soluzione di pagamento (realizzata in collaborazione con BNL) che consente di pagare spostamenti e shopping tramite l’app Telepass Pay X.

Come si cambiano le targhe associate al Telepass?

Direttamente dalla app. Basta selezionare “Garage” (quarta icona in basso), scegliere il veicolo, fare tap sul menu in alto a destra e procedere con “Modifica targa“. Si può anche effettuare questa modifica nell’Area Riservata del sito o in un Telepass Store.

Dove attaccare il Telepass

Il Telepass deve essere collocato nella parte superiore e centrale del parabrezza, dietro lo specchietto retrovisore. In caso di parabrezza schermati (es. termici o atermici), il dispositivo dev’essere collocato nella zona indicata dalle istruzioni del veicolo (normalmente un’area scura puntinata dietro lo specchietto).

tag
telepass