Info Utili

Telecamere retromarcia: come funzionano e quando è bene installarle

Le telecamere di retromarcia sono dispositivi che, abbinati ai sensori di parcheggio, consentono di viaggiare in sicurezza, evitando sinistri anche gravi

Le telecamere di retromarcia dell’auto sono sistemi che aiutano l’automobilista a parcheggiare e muoversi in sicurezza, senza andare contro a ostacoli poco visibili dall’interno del veicolo. Sono dispositivi essenziali per la sicurezza del guidatore e degli altri utenti, danno un grande supporto nelle manovre. I sensori di parcheggio sono altri elementi che supportano l’azione delle telecamere di retromarcia, emettendo dei suoni che avvertono della presenza di un ostacolo.

Telecamere di retromarcia: diversi modelli

Chiaramente i modelli di telecamere sulle auto possono essere differenti, con caratteristiche particolari come la grandezza dello schermo, la tecnologia di utilizzo, la praticità del sistema stesso. Ci sono vetture che le hanno integrate, in altre invece vengono installate successivamente e sotto certi punti di vista è meglio, perché in questo modo la sostituzione o la riparazione in caso di danneggiamento è più semplice e costa meno rispetto a quella dei sistemi già integrati in auto.

Come funzionano le telecamere di retromarcia?

Le telecamere danno la possibilità di combinare differenti immagini per dare al guidatore una panoramica degli ostacoli che ci sono attorno all’auto durante le manovre. Si attivano automaticamente quando si inserisce la retromarcia, insieme ai sensori di parcheggio anteriori e posteriori. Sul display si vede l’immagine video che aiuta nelle manovre. I sensori invece emettono sempre i suoni in presenza di ostacoli.

Come scegliere la telecamera di retromarcia per auto

Prima di fare una scelta, è importante capire i punti di forza e di debolezza di ogni modello. Ci sono comunque delle caratteristiche comuni da valutare prima dell’acquisto:

  • facilità d’installazione e di utilizzo. Ricordate che è un dispositivo che deve migliorare la vita del conducente, non complicarla. Con il manuale di istruzioni solitamente è facile per tutti montare la telecamera rapidamente;
  • schermo, tante auto ne hanno uno integrato che supporta la telecamera, ma a volte non sono compatibili con tutti i prodotti, quindi è meglio comprarne uno apposito tra i 4 i 7 pollici di grandezza;
  • anche il budget è fondamentale, capire e valutare personalmente quanto si può spendere, ci aiuta a orientarci nella scelta del prodotto ideale.

Vantaggi e svantaggi delle telecamere di retromarcia

Le telecamere di retromarcia sono molto utili nelle manovre perché le rendono più confortevoli e sicure. Raccomandiamo comunque di prestare sempre molta attenzione, soprattutto ai pedoni. Ogni dispositivo infatti ha un angolo cieco che non può essere ripreso dall’obiettivo. La copertura ottimale di rilevamento degli ostacoli è garantita solo grazie alla combinazione tra la telecamera e i sensori di parcheggio.

Le telecamere e i sensori di parcheggio sono disponibili su tanti modelli di auto e aiutano davvero a evitare un gran numero di incidenti. Ci sono anche dei sistemi in grado di proiettare l’immagine dell’auto a 360° dall’alto, offrendo così una percezione migliore degli ostacoli che ci sono intorno alla vettura durante le manovre. Chiaramente il funzionamento è ottimale se le telecamere sono abbinate ai sensori di parcheggio.

Il sistema di frenata automatica d’emergenza, anche in retromarcia, disponibile su alcune vetture, rende l’efficacia di questi sistemi ancora più elevata nell’evitare sinistri e danni anche gravi.

Telecamere di retromarcia: quanto costano

I prezzi di questi dispositivi variano molto in base al modello, possono costare da un minimo di 300 euro fino a superare i 1000 euro. Accade sempre più spesso che questi sistemi vengano inseriti in pacchetti di equipaggiamenti o di allestimenti particolari, che includono differenti tecnologie. Il costo comunque varia a seconda di quanto il sistema è sofisticato e preciso.