Info Utili

Spedire la propria auto: quali sono le opzioni e le scelte migliori

Bisarca, nave, aereo o treno: quali sono le opzioni e i servizi migliori tra cui scegliere per spedire la propria automobile

Spedire un’automobile è una pratica molto più comune di quanto si possa pensare. I motivi per farlo possono essere molteplici: l’acquisto di una vettura in un luogo molto lontano da quello di residenza, il trasferimento definitivo in un’altra città o in un altro Paese, il recupero di una vettura rimasta in panne, la consegna di un’automobile d’epoca o anche la necessità di farsi recapitare un veicolo il prima possibile da parte di un concessionario che deve soddisfare un cliente importante o molto esigente.

Gli esempi non mancano e anche le modalità di spedizione di un’auto sono molteplici. Il mezzo più utilizzato è la bisarca, l’autocarro a due piani specifico proprio per il trasporto delle automobili. In alternativa si può spedire anche con una nave e con un aereo. Una volta il trasporto poteva avvenire addirittura via treno. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla spedizione di un’automobile: opzioni, scelte migliori, modalità e costi.

Spedire la propria automobile con la bisarca

La bisarca è in assoluto il mezzo più utilizzato per il trasporto di automobili. L’autocarro a due piani, concepito appositamente per trasportare le vetture, rappresenta una soluzione immediata, semplice e con un costo relativamente basso, vista la nascita di diversi servizi online low cost che gestiscono il trasporto dei veicoli. Il prezzo, ovviamente, può variare in base a tutta una serie di fattori. Il chilometraggio incide molto sui costi, così come il luogo di ritiro e di consegna, insieme alla flessibilità delle date. Molto dipende anche dalle condizioni dell’automobile da spedire: trasportare un’auto non funzionante, infatti, porta a costi maggiori.

Spedire un’auto tramite nave

La nave è una valida alternativa al trasporto di veicoli su bisarca, anche se potrebbe avere dei costi leggermente superiori, soprattutto se la destinazione da raggiungere è molto distante dal punto di partenza. Se in molti hanno già provato l’esperienza di imbarcarsi con la propria vettura a bordo di una nave o di un traghetto per raggiungere una località di vacanza, non tutti sanno che è possibile farlo anche senza essere presenti. Il trasporto navale di un’automobile è un’operazione che prevede una gestione burocratica più complessa e impegnativa rispetto a quello con a bordo il proprietario della vettura, in quanto il veicolo viene considerato come una merce. Tante compagnie marittime mettono a disposizione il servizio cargo: in Italia ce ne sono diverse con rotte verso i principali porti del Mediterraneo.

Come spedire l’automobile con l’aereo

Spedire un’auto con l’aereo diventa un’operazione necessaria se la destinazione da raggiungere si trova all’estero, in un Paese lontano o in un altro continente. In termini di tempo, ovviamente, il trasporto via aereo risulta molto vantaggioso. Il costo, per forza di cose, è maggiore rispetto a quello del trasporto stradale o via mare. Spedire l’automobile con l’aereo è consigliato, di norma, solo a chi necessita il trasporto in tempi rapidi senza badare troppo al risparmio. In Italia ci sono diverse compagnie che mettono a disposizione il servizio. Sui costi incidono diversi fattori come il modello, l’anno di fabbricazione, il motore della vettura e anche le dimensioni che servono a calcolare la sporgenza.

Spedizione di un’auto in treno

Al giorno d’oggi non è più possibile spedire un’automobile con il treno, o almeno non in Italia. In passato Trenitalia offriva il trasporto delle vetture ma il servizio non è più disponibile dal 2011. Esistono comunque delle eccezioni. La società svizzera SBB CFF FFS, per esempio, effettua il servizio auto sul treno andata e ritorno da Iselle a Briga, al traforo del Sempione. La compagnia ferroviaria austriaca OBB-Personenverkehr AG, invece, consente di caricare auto e moto alla partenza del treno che percorre la tratta Livorno Centrale-Vienna e ritorno.