Info Utili

Specchietto dell’auto rotto: a quanto ammonta la multa?

Gli specchietti retrovisori sono strumenti fondamentali per una guida sicura: cosa succede quando si rompe il vetro e cosa si rischia

Gli specchietti retrovisori dell’auto sono quelli che abbiamo esternamente, sui due lati della vettura, che ci consentono di vedere cosa accade dietro (lateralmente) di noi. Sono dotati di un vetro piatto, in grado di trasmettere un’immagine fedele di ciò che appare sul retro della nostra macchina. Che cosa succede se si circola con lo specchietto rotto? Vediamolo insieme.

Le caratteristiche dello specchietto

Circolare con lo specchietto dell’auto rotto chiaramente porta a delle conseguenze, più o meno gravi. Si tratta di uno strumento molto utile per la sicurezza in macchina. Nonostante all’interno ci sia anche lo specchietto centrale, chiaramente quelli laterali sono indispensabili. Si tratta di dispositivi regolabili a seconda dell’altezza e della visibilità del conducente, si possono spostare in base alle proprie esigenze.

Ci sono specchietti dotati di modalità diurna e notturna e altri che addirittura offrono l’oscuramento automatico della riflessione durante le ore più buie. Usano dei fotosensori che servono a misurare il livello di luce che viene riflessa dallo specchio stesso: quando è troppo elevato, lo specchio si regola automaticamente e diminuisce il riflesso, in modo da non infastidire gli altri utenti della strada.

I rischi dello specchietto dell’auto rotto

La cosa importante è che ogni conducente deve poter regolare gli specchietti per adattarli alla propria altezza e visibilità, e deve quindi poter guardare e vedere cosa accade dietro di lui. Si tratta di un’operazione che deve essere eseguita prima di iniziare a guidare (soprattutto si procede in retromarcia). Dando la possibilità di vedere cosa c’è dietro l’auto, gli specchietti aiutano a prevenire gli incidenti.

Se l’auto non ha uno specchietto oppure se lo stesso vetro è rotto, bisogna provvedere immediatamente alla sostituzione. Nel caso degli specchietti laterali il rischio altrimenti è quello di incorrere in una sanzione, per quello centrale invece non è prevista alcuna multa, l’automobilista infatti non corre gravi rischi.

Come regolare lo specchietto

Lo specchietto centrale interno all’auto è dotato di vetro piatto e dà un’immagine fedele di ciò che si trova dietro al conducente, non distorta; è più semplice quindi rendersi conto della velocità e della distanza del traffico che segue.

È necessario, come per gli specchietti laterali, regolare quello centrale in base alla propria altezza e visibilità. Consigliamo di farlo prima di partire, con la macchina ferma, seduti nella normale posizione di guida. Per evitare i segni delle dita sul vetro, che possono disturbare la visuale, suggeriamo di tenere lo specchio ai bordi quando si sistema la sua posizione. Il conducente dovrebbe regolare lo specchietto in modo da potervi vedere tutto il lunotto. Nel caso in cui non sia possibile, deve almeno poter vedere il lato in alto a destra del lunotto.

Specchietti retrovisori: le sanzioni per chi non li ha o viaggia col vetro rotto

Il Codice della Strada, nello specifico l’articolo 72, fissa le regole fondamentali da seguire in ambito di specchietti auto. La norma dice che è vietato circolare senza lo specchietto di sinistra, quello a lato guidatore, invece è possibile viaggiare senza quello di destra, da parte al passeggero anteriore. La presenza dello specchietto laterale sinistro è obbligatoria dal 1° gennaio 1977.

Cosa succede quindi se gli specchietti laterali mancano o sono rotti? Chi circola rischia una multa che va da un minimo di 80 a un massimo di 318 euro. Per questo consigliamo di sostituire lo specchietto rovinato o rotto immediatamente.

tag
Multe