Info Utili

Si possono portare passeggeri durante le esercitazioni con foglio rosa?

I soggetti in possesso del foglio rosa possono guidare con passeggeri a bordo? Quali sono le regole da seguire, dettate dal Codice della Strada

Credits: iStock

La legge e, nel caso specifico, il Codice della Strada, descrive quelle che sono le condizioni per poter fare le esercitazioni alla guida del veicolo con foglio rosa, senza però specificare in modo chiaro e comprensibile quanti passeggeri possono salire in auto. Cosa dobbiamo sapere a riguardo.

Passeggeri in auto con foglio rosa

Chi ottiene il suo foglio rosa ha il diritto di trasportare persone in auto, ma è assolutamente necessario il rispetto di alcune condizioni:

  • innanzitutto le altre persone possono salire in auto solo durante la circolazione diurna su strade urbane, è vietato invece su strade extraurbane principali, in autostrada e nelle ore serali e notturne (da mezz’ora dopo il tramonto fino a mezz’ora prima dell’alba),
  • i passeggeri devono essere seduti sul sedile posteriore, con le cinture di sicurezza obbligatoriamente allacciate. Sul sedile anteriore infatti deve sedersi il soggetto designato come istruttore.

Limiti di velocità durante le esercitazioni

L’aspirante patentato è obbligato a rispettare i limiti di velocità seguenti:

  • 90 km/h su strade extraurbane principali;
  • 100 km/h in autostrada.

I contrassegni obbligatori

Le vetture usate per le esercitazioni di guida devono essere munite di contrassegni con la lettera “P” (che sta ad indicare la parola principiante) sul parabrezza e sul lunotto posteriore. In questo modo anche gli altri utenti della strada conoscono la sua inesperienza. Il contrassegno deve essere posizionato in modo da non ostruire la visibilità.

La P deve essere nera e retroriflettente su fondo bianco. I cartelli devono rispettare, oltretutto, delle dimensioni specifiche:

  • larghezza 12 cm, altezza 15 cm, lettera larga 9 cm e alta 12 cm per il contrassegno anteriore;
  • 30 cm di larghezza x 30 cm di altezza, con la lettera larga 18 cm e alta 20 cm al posteriore.

Esercitazioni di guida obbligatorie: di cosa si tratta

Chi mira al conseguimento della patente di guida, secondo quanto prescritto dall’articolo 122 del Codice della Strada, deve fare delle esercitazioni anche sulle strade extraurbane e sulle autostrade, e pure in condizioni di visione notturna presso un’autoscuola e con un istruttore abilitato e autorizzato. Sono le ore obbligatorie per legge e si dividono come segue:

  • 2 ore di guida durante le ore notturne su strade urbane strette e larghe, con veicoli parcheggiati ai lati e non, su incroci regolati da segnaletica verticale e semafori;
  • 2 ore su strade urbane di scorrimento o su strade extraurbane secondarie;
  • 2 ore su autostrade o strade extraurbane principali o strade extraurbane secondarie, viaggiando anche oltre la velocità di 50 km/h e usando la quinta marcia, adeguando chiaramente le marce alla velocità.

Le multe

Se un soggetto guida senza essere autorizzato all’esercitazione, con al suo fianco una persona con patente di guida valida per la stessa categoria o per la categoria superiore (in qualità di istruttore), rischia comunque il pagamento di una multa che va da un minimo di 431 a un massimo di 1.734 euro. Stessa sanzione che paga anche la persona che fa da istruttore, e pure i soggetti che, anche se autorizzati per l’esercitazione, guidano senza avere a fianco un guidatore esperto, con patente di guida valida. Si rischia anche la sanzione accessoria del fermo amministrativo del veicolo per 3 mesi.

Chi non rispetta le norme sulle esercitazioni di guida obbligatorie rischia il pagamento di una multa da 87 euro a 345 euro, come anche chi viola le disposizioni sui contrassegni con la lettera “P”.

Tag
patente
Leggi l'articolo su Icon Wheels