Info Utili

Scadenza serbatoio gpl: quando va revisionato e come funziona

Ogni vettura a gpl deve rispettare delle scadenze precise per la revisione e la sostituzione del serbatoio gpl: tutto quello che bisogna sapere

Il serbatoio delle auto a gpl deve essere sottoposto ad una revisione periodica e deve obbligatoriamente essere cambiato a delle scadenze precise e determinate dalla Legge. Sappiamo innanzitutto che serve a stoccare il gas che alimenta il motore dell’auto e deve garantire la tenuta sicura, evitando chiaramente esplosioni e dispersioni.

Si tratta di un serbatoio di forma cilindrica o a ciambella che viene solitamente installato all’interno o sotto il bagagliaio, sia come primo impianto che successivamente. Sono tanti gli automobilisti oggi che si appoggiano alla soluzione a gpl per la propria auto, sia per ragioni economiche (si risparmia molto in termini di spesa per il carburante), che per praticità. Vediamo tutto quello che c’è da sapere sulla revisione del serbatoio gpl.

Revisione periodica del serbatoio gpl auto: obbligatoria per Legge

La Legge italiana obbliga i conducenti di auto a gpl a far revisionare anche il serbatoio durante le normali revisioni auto, che devono essere fatte alle seguenti scadenze:

  • la prima dopo quattro anni dall’immatricolazione del veicolo;
  • le successive ogni due anni.

Durante l’ispezione completa della macchina da parte di un centro specializzato e autorizzato per revisioni, l’operatore deve controllare anche la bombola che contiene il gas liquido, andando a verificare il suo funzionamento e quello dell’impianto intero, oltre che lo stato in cui si trova.

Il costo è compreso in quello della revisione, 45 euro se viene fatta dalla Motorizzazione Civile, con compilazione dell’apposito modello TT2100. Il costo diventa di 45 euro + 9,90 euro di IVA e 10,78 euro di diritti, se la revisione auto viene effettuata presso una delle officine autorizzate.

Sostituzione del serbatoio gpl auto

La direttiva europea Ece/Onu 67/01 stabilisce la durata del serbatoio gpl auto e regola anche l’uso dell’impianto e i dispositivi di sicurezza. Dal momento dell’immatricolazione dell’auto (se si tratta di impianto di primo equipaggiamento) oppure dalla data di installazione dell’impianto gas (se montato su una vettura usata), una volta passati 10 anni, il serbatoio del gpl deve essere sostituito.

La sostituzione deve essere effettuata da un installatore autorizzato, che monta il nuovo serbatoio; in seguito si deve provvedere al collaudo da parte della Motorizzazione Civile, è obbligatorio. Il tecnico smonta la bombola vecchia e usata e la sostituisce con una nuova. Quest’ultima deve avere la stessa capienza e la stessa forma della precedente. Una volta che l’operatore qualificato ha cambiato il serbatoio gpl, deve essere obbligatoriamente prenotata la visita per il collaudo presso la Motorizzazione.

Per il collaudo serve il modello TT2119, tutti i documenti del nuovo serbatoio dell’auto a gpl, la dichiarazione di installazione a norma e le attestazioni dei versamenti obbligatori effettuati. Durante l’attesa del collaudo, il proprietario del mezzo deve consegnare la carta di circolazione e ritirare un documento provvisorio per continuare a circolare. È vietato però utilizzare l’impianto gpl. Il libretto viene aggiornato una volta effettuato il collaudo e riconsegnato entro 30 giorni.

Sostituzione serbatoi gpl auto: i costi

Quando si deve sostituire il serbatoio gpl della propria vettura, si devono tenere in considerazione:

  • i costi per la sostituzione stessa della bombola;
  • il prezzo del collaudo in Motorizzazione.

La bombola nuova può avere prezzi differenti a seconda della sua capienza e della sua forma, in genere può costare dai 400 ai 500 euro; senza dimenticare che deve essere aggiunto il costo della manodopera e potrebbero essere sostituite anche delle parti dell’impianto usurato, nel caso in cui l’operatore se ne renda conto durante lo smontaggio del serbatoio vecchio. Per quanto riguarda invece il collaudo, il costo è pari a 57 euro:

  • 25 euro su conto corrente 9001;
  • 32 euro su conto corrente 4028.

In totale si arriva a spendere una somma che si aggira attorno ai 550-600 euro, salvo imprevisti.