Info Utili

Rodaggio freni: come farlo e a che cosa serve

Il rodaggi odei dischi e delle pastiglie dei freni è un'operazione che può essere utile: vediamo quando e come farlo.

Credits: iStock

Il rodaggio dei freni è molto utile e discusso tra gli esperti e appassionati di auto. Ci sono persone che sostengono che le pastiglie nuove siano appunto da rodare, e che quindi inizialmente bisogna frenare meno possibile, ci sono invece altri soggetti che sono convinti che non sia utile fare il rodaggio dei freni nuovi, e quindi non prestano alcuna attenzione a questo aspetto. Vediamo quello che bisogna sapere a riguardo.

Rodaggio delle pastiglie: la verità

Il rodaggio dei freni ormai oggi è – per la maggior parte degli esperti – superato, rientra in quelle che possiamo definire credenze popolari: in passato si pensava infatti che, in mancanza di questo, con l’auto nuova ci sarebbe stato il pericolo di bruciare le pastiglie. Oggi invece la maggior parte delle pastiglie riceve già un trattamento specifico durante la produzione, che va a scottare la superficie e che ha proprio l’obiettivo di agevolare l’adesione al nuovo disco, dopo il montaggio eseguito chiaramente da un professionista.

Il rodaggio dei freni nuovi non è comunque inutile, i maggiori produttori di pastiglie infatti consigliano comunque di farlo. Ma vediamo quando e perché procedere e cosa succede durante le prime fasi di frenata.

Prime frenate poco efficaci: i motivi

Che cosa succede quando di frena l’auto? Durante queste fasi la macchina rallenta a causa dell’attrito che si genera tra la superficie del disco e il materiale d’attrito di cui sono costituite le pastiglie stesse. Possiamo distinguere però due differenti tipologie di attrito:

  • prima di tutto l’attrito abrasivo, che rompe particelle microscopiche di materiale delle superfici a contatto, grazie alla formazione del calore. Solitamente le pastiglie dei freni si usurano più in fretta rispetto ai dischi, e questo avviene perché una parte di polvere frenante si disperde oppure si attacca ai cerchi. C’è poi un’altra parte molto piccola, che non si vede a occhio nudo, e che si attacca alla superficie del disco: è qui che si verifica l’attrito aderente;
  • che cos’è quindi l’attrito aderente? Quello che avviene quando la pastiglia trasmette uno strato di materiale d’attrito – uniforme e molto sottile – al disco. In questo caso si genere un processo di assestamento, chiamato bedding-in, che consente una frenata fino al 20% migliore. Nonostante il disco sia in acciaio, in realtà questa tipologia di adesione avviene tra materiali comunque simili, con le stesse caratteristiche.

Pastiglie dei freni e dischi nuovi: come fare il rodaggio di questi elementi

Innanzitutto dobbiamo dire che si tratta di una procedura molto utile da fare quando si montano le pastiglie e i dischi nuovi sulla propria auto. Il rodaggio in questi casi infatti agevola quello che possiamo definire assestamento tra pastiglie e dischi, appunto. In genere si tratta di un procedimento che avviene già in officina, per mano di un meccanico esperto. Non sempre però è così, quindi il nostro consiglio è quello di chiedere sempre cosa è stato effettuato, al momento del ritiro del veicolo.

In ogni caso, se siete interessati a sapere comunque come si deve effettuare il rodaggio delle pastiglie e dei dischi dei freni nuovi, allora gli esperti rilasciano delle indicazioni molto semplici. Attenzione: non dimenticare di fare il rodaggio su strade isolate, senza ostacolare gli altri veicoli e controllando le condizioni del traffico. Come procedere:

  • guidare l’auto a una velocità moderata, che non supera i 50 km/h;
  • azionare i freni gradualmente per 8-10 volte senza mai fermarsi completamente, facendo passare qualche minuto tra un azionamento e l’altro;
  • bisogna comunque usare i freni in maniera graduale per qualche centinaio di km, per poter uniformare lo strato di adesione tra disco e pastiglie.
Leggi l'articolo su Icon Wheels