Info Utili

Ricambi online: sono sicuri o è meglio rivolgersi a un autoricambi?

Sul web è possibile trovare ricambi auto, anche per veicoli fuori commercio e produzione, a prezzi bassi. Ma non sempre c'è da fidarsi.

Sul web, oramai, è possibile comprare di tutto. Anche se l’elettronica di consumo e il cibo (già pronto e consegnato a domicilio) vanno per la maggiore, basta una semplice ricerca con Google o Bing (o Amazon, all’occorrenza) per trovare quello che si cerca. Tra la miriade di categorie merceologiche non mancano poi i ricambi auto online: veri e propri megastore che consentono di trovare il pezzo di ricambio che si cercava da una vita, anche per i modelli di auto non più in commercio.

In casi come questi, però, sorge spontanea la domanda: è sicuro acquistare ricambi online? Oppure è conveniente rivolgersi all’autoricambi di fiducia? Una domanda a cui non è semplice dare una risposta. Anche perché non ne esiste una che possa essere considerata univoca e definitiva. Al di là dei prodotti venduti, infatti, il funzionamento degli e-commerce che vendono ricambi auto è lo stesso di tutti gli altri negozi online.

E come è possibile incappare in una truffa quando si acquista un telefonino o una smart TV online, è possibile che ciò accada anche quando si compra un nuovo faro o una calotta di uno specchietto retrovisore da un sito di ricambi online. Fondamentale, dunque, fare sempre molta attenzione prima di concludere un acquisto.

Quanto sono sicuri i siti di ricambi online

Come già accennato, affermare con certezza se i siti che vendono autoricambi online siano affidabili non è possibile. L’anonimato che il web garantisce (così come la possibilità di utilizzare credenziali o generalità false) rende difficile, se non impossibile, identificare con certezza una persona o un’attività imprenditoriale. Per questo le truffe sono sempre in agguato e chiunque, anche l’acquirente più accorto, può restarne vittima.

Di possibili truffatori, poi, è possibile trovarne anche su portali rinomati che consentono a terzi di sfruttare la loro piattaforma di vendita e il loro buon nome. In questo caso, ovviamente, è molto più complesso riuscire a organizzare un imbroglio, ma non è di certo impossibile. Il consiglio è il “classico”: controllate i feedback e leggete le opinioni di chi ha acquistato prima di voi, così da accertarvi della serietà del venditore.

Come controllare l’affidabilità di un sito di ricambi online

Le ricerche online sono già sintomo di affidabilità. Tanto Google quanto Bing, infatti, utilizzano degli algoritmi che premiano i portali più affidabili, anche nel caso delle vendite online. Così, i siti meglio posizionati nella pagina dei risultati sono (indicativamente) anche quelli più sicuri dove fare acquisti. Comunque, è possibile anche effettuare dei controlli “preliminari”, che consentano di aggirare fregature e non regalare soldi a perfetti sconosciuti.

Un elemento che vi consente di scoprire la serietà di un e-commerce che vende ricambi online è dato dalla presenza o meno della partita IVA. La legge, infatti, impone che i possessori di partita IVA debbano pubblicarla sul proprio sito web, così da poter essere immediatamente identificati come un’attività commerciale o un professionista. Il numero deve essere pubblicato nella home page e, solitamente, viene relegato nel footer a fine pagina: cercate lì e, dopo averlo trovato, verificate sul sito dell’Agenzia delle Entrate a chi appartenga e quale sia la sua attività principale. Se dovesse esserci qualche anomalia, evitate di acquistare.

Un altro modo per controllare l’affidabilità di un portale di e-commerce dedicato agli autoricambi è affidarsi a siti come Trustpilot. Questa piattaforma di user generated content consente di lasciare opinioni e recensioni su qualunque sito web, inclusi i portali meno conosciuti. Basterà inserire il nome della piattaforma sulla quale avete trovato il ricambio che cercavate da una vita per verificarne l’affidabilità. In caso di voti bassi o giudizi negativi, evitate di acquistare.