Info Utili

Revisione di un camper: ogni quanto si fa e qual è la procedura

La revisione del camper deve essere effettuata ogni due anni, come per le auto e le moto. I controlli sono obbligatori per viaggiare in sicurezza

La revisione del camper, come il tagliando, è uno dei controlli indispensabili da fare per viaggiare in sicurezza. Anche se spesso vengono confusi, non si tratta di sinonimi, il tagliando è un controllo periodico ma facoltativo delle parti meccaniche del mezzo e viene fatto per garantire la massima efficienza e un’ottima funzionalità.

La revisione del camper, come quella delle auto e delle moto, è un controllo invece obbligatorio per Legge, che serve per stabilire se il veicolo è in grado di viaggiare in sicurezza. Altra cosa fondamentale che viene verificata è che le emissioni inquinanti e i rumori rientrino in quelli che sono i limiti stabiliti per Legge. Per quanto riguarda i termini, la revisione del camper deve essere fatta dopo 4 anni dalla prima immatricolazione e poi ogni due anni, esattamente come per le auto

Revisione del camper, di che cosa si tratta?

La revisione del camper è un controllo completo che viene eseguito al mezzo per garantire dei viaggi in sicurezza. Durante i test, il meccanico specializzato si occupa di differenti aspetti:

  • verifica del silenziatore e delle emissioni;
  • funzionamento dei dispositivi di frenatura, dello sterzo, degli abbaglianti e degli anabbaglianti, dell’impianto di illuminazione, dei dispositivi antiappannamento, delle sospensioni, degli ammortizzatori e del vano motore;
  • vengono controllati i cristalli, le spazzole, gli assi, le ruote, la scocca, il telaio, la carrozzeria, i sedili, l’equipaggiamento, il volante, il contachilometri e tutte le spie luminose e sonore;
  • si verifica l’esistenza di un salvavita per i camper con presa esterna;
  • ganci da traino e serbatoi di carburante supplementari;
  • il numero di telaio e il libretto di circolazione.

Revisione camper, esito negativo: cosa succede

Se la revisione del camper dà esito negativo, allora deve essere ripetuta dopo aver sistemato tutte quelle problematiche emerse durante i primi controlli. Se le componenti irregolari sono facili da riparare, allora viene emessa una revisione immediata e, una volta sistemati gli elementi danneggiati, potrà essere eseguita una nuova revisione anche nello stesso giorno.

Revisione del camper: dove deve essere eseguita?

Si tratta di controlli che devono essere fatti presso un centro privato specializzato e autorizzato oppure presso la Motorizzazione.

Nel caso in cui si scelga di fare la revisione del camper in Motorizzazione, allora la richiesta può essere fatta solo nel mese di scadenza che corrisponde al mese di immatricolazione. Se invece si sceglie di recarsi presso un centro autorizzato, allora sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti si trova l’elenco di tutti i centri più vicini a casa, basta chiamare e prendere un appuntamento.

Quali documenti servono per la revisione del camper?

Prima di sottoporre il proprio camper alla revisione periodica obbligatoria, è importante sapere quali sono i documenti fondamentali da portare con sé per richiedere il controllo:

  • libretto di circolazione;
  • documento di identità.

Quali sono i costi della revisione di un camper?

Il costo della revisione camper è di 67 euro, lo stesso che si paga per fare la revisione dell’auto. Nel momento in cui il camper supera la revisione con esito positivo e quindi ogni parte controllata è ritenuta idonea per continuare a viaggiare in sicurezza a bordo del mezzo, il proprietario del veicolo deve ricevere un bollino blu che ne conferma l’esito. Al momento è gratuito.