Info Utili

Rc Auto, come ridurre la quota delle tariffe da pagare

Il costo dell'assicurazione auto pesa molto sulle tasche dei cittadini italiani, ma esistono alcuni trucchi per risparmiare sulla polizza

L’assicurazione auto fa parte dei costi che pesano di più ogni anno sulle famiglie italiane, dato anche il fatto che ormai tutti possiedono due o più auto nello stesso nucleo familiare. Questo è il motivo per cui si cercano delle alternative per risparmiare e quindi andare a diminuire il costo della polizza. Vediamo alcune soluzioni tra le più consigliate per ridurre il premio assicurativo.

Pagamento della polizza assicurativa: cosa rientra nella tariffa?

Prima di andare a capire come diminuire la quota assicurativa da pagare per la copertura Rc Auto, è bene definire di cosa si compone il premio assicurativo e quali sono i fattori fondamentali che influenzano il suo calcolo. La cifra che le compagnie assicurative impongono come premio si compone:

  • per l’80% dai costi dei risarcimenti e dagli oneri fiscali e parafiscali;
  • per il 16% dai costi di gestione;
  • per il 4% dal margine operativo e dai rendimenti finanziari.

Rc Auto, com’è possibile ridurre le tariffe da pagare alla compagnia assicurativa?

Il primo costo su cui si potrebbe andare a intervenire è quello dei risarcimenti, che sono rappresentati per il 68% dai danni fisici, subiti a causa di un sinistro, e per il 32% dai danni materiali, che derivano dalle riparazioni e dagli interventi di ricambio. Le compagnie assicurative potrebbero diminuire l’importo del premio anche offrendo un risarcimento diretto sulle riparazioni dei mezzi danneggiati, evitando il rimborso pecuniario. Altra alternativa valida per diminuire il costo dell’assicurazione potrebbe essere ridurre i termini previsti per il risarcimento dei danni subiti. Il ricorso al risarcimento infatti può essere presentato entro due anni e quindi in questo periodo spesso subentrano altri testimoni e realtà distorte. Si potrebbero anche riformulare le tabelle per il risarcimento danni, limitando i rimborsi troppo generosi.

Come è possibile risparmiare sulla Rc Auto?

Spesso basterebbe solo che lo Stato e le compagnie assicurative riguardassero le loro pratiche e le loro condizioni e che il contraente si documenti a dovere sulle condizioni delle varie compagnie. Spesso infatti accade che ad un prezzo più elevato non equivalga una maggiore copertura, ma non sempre è chiaro all’utente. Per questo è fondamentale che ogni assicurato capisca bene quali sono tutte le garanzie offerte dalla compagnia scelta. L’unico vero modo per fare la guerra alle tariffe RC Auto costose è documentarsi e scegliere quella che si avvicina maggiormente alle proprie esigenze. Visto che il costo dell’assicurazione, come abbiamo detto, pesa parecchio sulle tasche degli italiani, conoscere i trucchi per limitare al massimo le spese è fondamentale. Ovviamente il primo passo è comprendere quali siano le proprie necessità e i propri desideri, quindi quale impiego si intende fare della propria vettura: una soluzione utile a volte è la sospensione temporanea dell’assicurazione oppure il pagamento rateizzato.

Altri consigli per i consumatori per ridurre il premio assicurativo

La prima cosa da fare sarebbe quella di muoversi con anticipo quando si deve rinnovare la polizza, per avere il tempo di confrontare differenti preventivi e proposte delle compagnie contattate e scegliere quelle che costano meno in base ai servizi offerti e di cui si ha bisogno. Confrontare le varie polizze assicurative online è sicuramente l’alternativa più facile e veloce, scegliendo comodamente da casa quella caratterizzata dal miglior rapporto tra la qualità e il prezzo.

Un’altra cosa fondamentale per risparmiare è conoscere a fondo le normative sull’assicurazione auto, oggi ad esempio bisogna sapere che dal 16 febbraio 2020 è entrata in vigore la Rc Auto familiare, un’estensione della Legge Bersani, che introduce il vantaggio per le famiglie in possesso di più veicoli assicurati, di estendere la classe di merito più bassa e più conveniente a tutti i mezzi in possesso dei componenti del nucleo familiare, qualunque sia la loro categoria (auto-auto, auto-moto,…). Un ultimo consiglio riguarda le polizze Rc Auto personalizzate, che permettono di godere di numerosi vantaggi, soprattutto se stipulate a determinate condizioni. Alcuni esempi sono la stipula del contratto come conducente esclusivo o a guida esperta ma ce ne sono molti altri da poter chiedere alla propria compagnia assicurativa, basta informarsi.

tag
rc-auto