Info Utili

Rc Auto: che cosa sono la guida libera ed esperta

Prima di stipulare la polizza Rc Auto è necessario conoscere le differenti formule possibili e quale scegliere in base alle proprie esigenze

Credits: iStock

La spesa per l’assicurazione auto è senza dubbio una di quelle che pesa maggiormente sulle tasche degli automobilisti italiani e sul budget delle famiglie. Questo è il motivo per cui si cercano sempre delle possibilità di risparmiare; tra le varie opportunità è fondamentale la scelta tra cui libera, esperta o esclusiva. Tre formule con tariffe differenti, vediamo quello che bisogna sapere a riguardo.

Cosa intendiamo per guida libera

È la più conosciuta e la più costosa tra le tre formule proposte dall’assicurazione: la più usata perché permette a chiunque di guidare il veicolo ed essere coperto dall’assicurazione RCA. Viene scelta dalla maggior parte degli automobilisti perché consente di far guidare la propria macchina a qualsiasi soggetto con la patente, dai 18 anni in su.

Che cos’è la guida esperta

Quest’opzione invece può essere considerata come una via di mezzo, l’auto infatti può essere guidata anche da altre persone, ma devono essere considerate esperte della guida, e quindi il rischio di provocare incidenti deve essere minore. Le compagnie assicurative riconoscono il minor rischio e prevedono dei benefici economici. In genere la polizza guida esperta prevede che hanno almeno 25 anni di età. Ogni assicurazione ha la possibilità di prevedere dei limiti diversi e di esercitare in tutto o in parte una rivalsa nei confronti dell’assicurato se l’eventuale incidente è provocato da una persona che non rispetta i limiti previsti per la guida esperta. Si tratta di un’opzione scelta da chi non presta l’auto a nessuno oppure solo ai genitori o al proprio coniuge.

Guida esclusiva: di cosa si tratta

In questo caso solo il proprietario/intestatario della polizza può guidare l’auto, e quindi la tariffa viene calcolata solo tenendo conto del rischio connesso alle sue abitudini di guida e quindi al suo profilo di rischio. Questa polizza conviene esclusivamente se si ha la certezza che nessuno mai guiderà la propria auto. Se infatti una persona diversa da quella designata come guidatore esclusivo prova un sinistro, la compagnia risarcisce il danno, ma può operare una rivalsa sull’assicurato.

Come fare una scelta consapevole

Abbiamo visto quindi le tre formule previste dall’assicurazione: guida libera, guida esperta e guida esclusiva. Come possiamo fare la nostra scelta, considerando la formula più adatta alle proprie esigenze? È necessario considerare questi due elementi fondamentali:

  • l’età dei conducenti;
  • l’utilizzo dell’auto.

Nel caso in cui ci siano dei conducenti di età inferiore ai 25 anni, la guida esperta non può chiaramente essere considerata come opzione valida. In questo caso deve essere valutato l’utilizzo dell’auto, se ci sono più conducenti o se è sempre e solo una persona a guidare, per poter scegliere tra la guida libera e la guida esclusiva.

Come cambiano i prezzi della polizza

Possiamo innanzitutto dire che la guida libera è la formula più costosa: il rischio di incidenti ovviamente aumenta al crescere del numero dei conducenti autorizzati a guidare l’auto (soprattutto nel caso in cui, tra questi, ci siano anche inesperti e neopatentati). Scegliendo invece formule come guida esperta e esclusiva è possibile andare a risparmiare dal 5 al 15% circa sulla polizza auto.

Modifiche della polizza dopo l’acquisto

È possibile modificare la tipologia di guida anche successivamente, la maggior parte delle compagnie assicurative lo consentono, basta parlarne con il proprio assicuratore e fare la scelta più conveniente in base alle proprie esigenze.

Tag
rc-auto
Leggi l'articolo su Icon Wheels