Info Utili

A quanto ammontano i costi di manutenzione dell’auto elettrica?

Quali sono i principali costi legati alla manutenzione dell'auto elettrica e al pieno di energia: quando e quanto conviene

Le auto elettriche oggi sono in grande espansione in tutta Europa e anche in Italia, nonostante nel nostro Paese sia ancora scarsa la presenza di colonnine di ricarica e di infrastrutture dedicate appunto ai veicoli a zero emissioni. Sono tanti i vantaggi (e ovviamente anche alcuni punti di debolezza) legati a questa nuova tipologia di veicoli, che prima di tutto sono stati creati e incentivati per contribuire alla riduzione dell’inquinamento atmosferico. E non è tutto, un altro grande punto a favore di questa tipologia di veicoli riguarda i costi, sia di manutenzione che di rifornimento. Analizziamoli e vediamo tutto quello che bisogna sapere.

Quanto costa mantenere un’auto elettrica

Come abbiamo detto, sembra che le auto elettriche possano rappresentare la vera svolta per la mobilità del futuro. I costi di ricarica e di manutenzione sono sicuramente più bassi rispetto a quelli che siamo abituati a sostenere per auto a benzina e diesel, anche se i prezzi di listino di queste macchine però sono ancora elevati e non proprio alla portata di tutti.

I vantaggi dell’auto elettrica

Le vetture a zero emissioni oggi si stanno espandendo sempre più, anche grazie agli ecoincentivi che, fino allo scorso anno, hanno convinto molti utenti a comprare una macchina elettrica. Sono molti i vantaggi legati a questa tipologia di auto, ma ancora ci si chiede se vale davvero la pena comprare un modello a zero emissioni, si ha la famosa ‘ansia da ricarica’ e su questo pesa tanto anche la distribuzione scarsa di colonnine di ricarica sul territorio nazionale.

Le spese di manutenzione

Per capire se comprare un’auto elettrica è davvero conveniente, visti i prezzi di listino ancora elevati, è necessario fare una corretta stima dell’effettivo vantaggio, valutandone le spese nel complesso. La prima cosa che tutti sappiamo è che le componenti meccaniche all’interno di una vettura elettrica sono circa il 60% di meno di quelle che presenta invece un’auto con motorizzazione tradizionale. Le vetture a zero emissioni infatti non hanno lo scarico, la batteria è uno dei pochi elementi su cui bisogna fare una corretta e costante manutenzione.

Secondo gli esperti e alcuni studi accurati sulla reale differenza dei costi di manutenzione tra un’auto normale e una elettrica è emerso che la spesa media totale legata alla vettura a zero emissioni è inferiore del 23% rispetto ad un modello benzina o diesel. Divario che diventa ancora più importante quando le auto confrontate sono delle citycar. Per entrare nel dettaglio, possiamo dire che il totale dei costi di manutenzione di una vettura elettrica è di 182 euro l’anno, per una con motore termico invece 314 euro annui.

Su cosa si risparmia maggiormente?

Il costo del carburante è senza dubbio quello su cui, con un’auto elettrica, si risparmia maggiormente. Considerando oltretutto che la benzina e il gasolio oggi stanno raggiungendo dei prezzi molto alti, forse i più altri degli ultimi anni. Per fare un esempio pratico, se su una citycar 1.0 benzina possiamo spendere circa 70 euro di pieno, su una vettura elettrica chiaramente ‘il pieno di energia’ avrebbe un prezzo di molto inferiore.

Una vettura elettrica come per esempio Opel Corsa-e, con un consumo di 16,5 kWh/100 km, un’autonomia di 300 km e un pieno di 50 kWh richiederebbe 26,55 euro alle colonnine e 11,80 euro per la ricarica fatta a casa.