Info Utili

Quali sono le licenze per correre in auto

Per chi ha la passione dei motori e ha intenzione di diventare un pilota e praticare questo sport: come ottenere la licenza

Una volta era molto più semplice diventare un pilota di auto da corsa, oggi le cose sono leggermente più complesse, non basta più avere la patente da almeno un anno e chiedere la licenza sportiva recandosi semplicemente all’Ufficio Sportivo dell’ACI. Bastava sottoporti alla visita medica e pagare la tassa, per poter partecipare alla prima gara.

Oggi, visto che le categorie sono sempre di più, le procedure sono differenti. L’offerta attuale di licenze per lo sport automobilistico dell’ACI Sport è molto varia e mirata. Attenzione: Aci Sport è il solo ed unico ente legittimato al rilascio dell’autorizzazione in Italia. Vediamo tutto quello che bisogna sapere.

Pilota di auto da corsa: età minima

Innanzitutto è importante dire che per ogni categoria c’è una determinata specificità e solo le licenze di grado più alto possono autorizzare alla partecipazione a discipline per cui è prevista una licenza di livello inferiore, e non viceversa. Oltretutto oggi, anche i ragazzi dal 16esimo anno di età, che non hanno ancora ovviamente conseguito la patente di guida, possono fare richiesta della loro licenza per correre gare in circuito chiuso, se e solo se sono in possesso di risultati di rilievo in altre attività agonistiche sui kart pregresse.

Si cerca quindi di favorire la categoria dei più giovani, ma purtroppo c’è maggiore chiusura verso i piloti più anziani. In Italia non è più permessa la pratica dello sport automobilistico una volta superati gli 80 anni di età.

Come si consegue la licenza

Per far parte del settore dell’automobilismo sportivo è necessario essere tesserati alla Federazione Sportiva Automobilistica che in Italia è rappresentata, come abbiamo già detto in precedenza, da Aci Sport. La licenza è un certificato di registrazione che viene rilasciato ad una persona fisica o giuridica che ha intenzione di partecipare a delle manifestazioni sportive, a qualsiasi titolo.

Le licenze per auto sono:

  • di Conduttore (pilota) nazionale o internazionale;
  • di Concorrente (colui che iscrive la vettura alla gara) persona fisica o giuridica;
  • licenze Speciali (Autodromo, Assistente Meccanico, Costruttore, Direttore Sportivo/Direttore Tecnico di Scuderia, Dirigente Sportivo, Istruttore, Organizzatore, Preparatore/Noleggiatore, Scuderia, Ufficiale di Gara, Promoter, Team di decarcerazione, Servizio di cronometraggio, Team di estricazione, Delegato allestimento di percorso).

Licenze settore kart

In questo caso i documenti sono:

  • Licenza di Conduttore K (chiunque conduce un kart in una competizione) nazionale o internazionale;
  • Licenza di Concorrente K (chiunque iscriva a una competizione uno o più kart) persona fisica o giuridica;
  • Licenze Speciali K (Assistente Meccanico K, Assistenza Tecnica K , Costruttore K, Direttore Sportivo e Direttore Tecnico di Scuderia K, Organizzatore K, Promotore K, Pista K, Preparatore K, Scuderia K, Ufficiale di gara K, Certificato di Organizzazione K, Centro Tecnico Federale K, Istruttore Regionale K 1°e 2° livello).

Come funziona la prima licenza piloti

Per poter vedere il rilascio di una delle licenze di conduttore e concorrente/conduttore è necessario prima partecipare ad un corso teorico, che viene organizzato dagli ACI Provinciali. Si tratta proprio dei corsi di prima licenza, disponibili in differenti giorni e orari per le esigenze di tutti.

Che documenti servono per il rilascio o rinnovo della licenza:

  • Patente di guida B o superiore (per i maggiorenni);
  • Documento di identità;
  • Tessera di socio Aci;
  • Certificato medico di idoneità psico-fisica all’attività sportiva agonistica o certificato medico di idoneità psico-fisica all’attività sportiva non agonistica;
  • Versamento della tassa.