Info Utili

Pulizia tergicristalli, tutti i consigli per spazzole efficienti

La pulizia dei tergicristalli è fondamentale per una buona detersione del lunotto e del parabrezza e quindi una visibilità ottimale alla guida

Per un’ottima visibilità in auto è fondamentale che i vetri siano sempre ben puliti, infatti se si appannano o sono sporchi, la visuale peggiora e può essere pericoloso per la sicurezza dell’automobilisai e degli altri utenti che incontra per la strada. Bastano poche e semplici azioni per tenere sempre puliti i vetri della macchina, in modo da affrontare la guida nel massimo della sicurezza e anche eventuali situazioni che potrebbero essere rischiose.

Chiaramente un altro fattore molto importante nel tenere l’auto sempre pulita e igienizzata, compresi quindi parabrezza, lunotto e vetri laterali, è l’aspetto esteriore del veicolo, che può sembrare sempre come nuovo e soprattutto l’igiene, che è fondamentale. Un elemento che deve sempre essere mantenuto pulito, senza che si rovini e in modo che resti morbido, sono le spazzole tergicristallo.

Come pulire le spazzole tergicristallo

La prima cosa da tenere presente prima di iniziare a pulire le spazzole è che bisogna trovarsi in una zona all’ombra per lavorare e che è necessario sollevarle, per poter intervenire meglio sulle lame. Anzi, prima di pulire, controllate in che stato sono le lame di gomma, potrebbero essersi indurite o addirittura essere talmente usurate da dover essere sostituite.

Di seguito i vari metodi per la pulizia dei tergicristalli, che garantiscono la morbidezze delle lame:

  • con aceto e vaselina;
  • con olio da cucina;
  • con alcol denaturato.

I passaggi da eseguire sono i seguenti:

  • nel primo caso è bene utilizzare un panno morbido, versarvi dell’aceto e passarlo sulle lame di gomma dei tergicristalli; alla fine è necessario risciacquare con un panno imbevuto d’acqua, fare asciugare e passare la vaselina sulle lame, per poi far nuovamente asciugare il tutto;
  • con l’olio da cucina, anche questo basta passarlo sulle spazzole con l’aiuto di un panno e lasciare agire una notte intera. Al mattino prendere un panno pulito e rimuovere i residui di olio, poi far partire i tergicristalli spruzzando un po’ d’acqua;
  • anche l’alcol denaturato si può passare con un panno morbido sulle lame dei tergicristalli della vostra auto. L’alcol scalda la gomma delle spazzole e la rende più fluida e morbida, per questo motivo è bene lasciarlo agire per qualche ora.

Sono solo dei semplici consigli per pulire i vostri tergicristalli senza rovinarli e anzi facendoli apparire come nuovi, morbidi, fluidi e funzionali. Queste operazioni di manutenzione andrebbero fatte all’occorrenza oppure ogni 3.000-5.000 km al massimo. Se le spazzole invece sono usurate, devono essere sostituite.

Liquido dei tergicristalli: a cosa serve

Si tratta del detergente che si usa per pulire il parabrezza anteriore e il lunotto posteriore. Il liquido deve essere ricaricato periodicamente, è un’operazione molto veloce e semplice, che può essere effettuata autonomamente. Non vi è alcuna difficoltà, basta riempire la vaschetta del liquido lavavetri, anche senza l’intervento di un meccanico o di un benzinaio. Fate attenzione prima di procedere con la ricarica del liquido, aspettate che il motore dell’auto sia completamente freddo, altrimenti rischiate di scottarvi. Poi basta aprire il cofano, cercare la vaschetta del lavavetri, che si può riconoscere da un simbolo che rappresenta il parabrezza con delle gocce d’acqua, il disegno appare sul tappo della vaschetta stessa. Una volta aperto il tappo basta versare il liquido per i tergicristalli senza farlo fuoriuscire. Infine riavvitate bene il tappo, chiudete il cofano e accendete l’auto per provare il nuovo detergente.