Info Utili

Pre-revisione: in cosa consiste e quando è il caso di farla

La pre-revisione dell'auto e della moto consiste in una serie di controlli che consentono di non avere problemi durante la revisione: quali sono

Abbiamo parlato spesso di revisione auto, si tratta di una pratica obbligatoria per ogni veicolo in Italia, salvo alcune rare eccezioni; anche quando sembra che la vettura sia in ottime condizioni e non dia alcun tipo di problema, è necessario farla per Legge. Non sottoporre la vettura a revisione, infatti, potrebbe costare all’automobilista una multa che va da un minimo di circa 170 euro ad un massimo di 8.000 euro circa, a seconda dei differenti casi.

A cosa serve la revisione auto? Si tratta nello specifico di un controllo periodico indispensabile per verificare che il veicolo sia in sicurezza, quanto consuma e il livello di emissioni e di rispetto dell’ambiente. Grazie alla revisione si stabilisce se l’auto rientra in determinati parametri di sicurezza stabiliti per Legge. Quando il veicolo sottoposto ai vari controlli e alle verifiche da parte dei centri autorizzati rispetta tutti i parametri e i criteri richiesti, allora la revisione ha esito positivo, altrimenti il risultato è negativo, e il proprietario si trova comunque a doverne affrontare il costo e poi provvedere a sistemare tutto ciò che non va, per fare poi un’ulteriore revisione.

Questo è il motivo per cui si consigliano spesso delle verifiche preventive, una sorta di controllo personale del veicolo, che chiamiamo anche pre-revisione auto. Consente di evitare delle sorprese finali durante la revisione e quindi di dover spendere inutile denaro e tempo.

Pre-revisione auto: di che cosa si tratta nel dettaglio?

Parliamo di un controllo molto preciso e approfondito, che serve per scoprire degli eventuali problemi dell’auto e risolverli prima di sottoporre la vettura a revisione. Alla fine della pre-revisione solitamente si riceve un elenco di interventi da apportare.

Per la revisione auto le cose più importanti sono, senza dubbio, i dispositivi d’emergenza, che devono essere assolutamente sempre presenti e funzionanti, come:

  • la ruota di scorta;
  • il triangolo;
  • le cinture di sicurezza anteriori e posteriori;
  • l’avvisatore acustico.

Tra le altre cose fondamentali da controllare ci sono i cristalli, che non devono presentare buchi o crepe, i gas di scarico devono essere stati controllati recentemente o devono comunque rientrare nei limiti previsti dalla normativa vigente in tema di emissioni. Altra cosa da controllare sono le luci, che debbono essere perfettamente funzionanti, e il numero di telaio, deve apparire assolutamente ben leggibile.

La struttura del veicolo non deve riportare delle corrosioni o ammaccature eccessive, gli specchietti devono essere ed essere soprattutto in ottime condizioni, senza alcuna crepa. Altro controllo fondamentale da fare, e anche di questo spesso ne abbiamo parlato, è quello relativo agli pneumatici, che devono essere della misura giusta (che troviamo sul libretto) e in buone condizioni sia di usura che di pressione e gonfiaggio. L’intero impianto frenante deve essere ben funzionante e non vi deve essere alcuna perdita di olio o di altre sostanze dall’auto.

Pre-revisione moto: i controlli da fare

Anche per quanto riguarda le due ruote è obbligatoria la revisione, per questo anche la pre-revisione potrebbe essere fondamentale. Come abbiamo sottolineato per le auto, è indispensabile che il numero di telaio sia leggibile. L’eventuale parabrezza deve essere ben tenuto, gli specchietti omologati e integri, senza crepe.

Per quanto riguarda le gomme, devono essere della giusta misura e in buone condizioni, lo stesso per il sistema frenante. Avvisatore acustico e luci devono funzionare perfettamente in qualsiasi situazione, le marmitte che passano la revisione devono essere omologate, non vi deve essere alcuna perdita (olio o altro). Le emissioni dei gas di scarico devono essere conformi alle normative.