Info Utili

Polish rinnovante per auto: che cos’è e a che cosa è utile

Il polish rinnovante serve per far tornare a splendere la propria auto, ma anche per andare a eliminare graffi e imperfezioni: come si usa

Il polish auto serve per poter lucidare la carrozzeria della macchina e poterla far tornare a splendere come se fosse nuova. In commercio ce ne sono differenti tipologie, vediamo quali e come applicarlo.

Polish rinnovante per auto: di costa si tratta?

Stiamo parlando di un prodotto chimico che viene usato per andare a rimuovere delle piccole imperfezioni che si formano sulla superficie della carrozzeria di una macchina e per lucidarla. Solitamente si tratta di segni poco profondi, quindi graffi leggeri, sporco molto ostinato e difficile da rimuovere, o ancora segni di ossidazione e aloni di lucidatura.

Il polish auto funziona come una pasta abrasiva, rimuovendo infatti un sottilissimo strato della carrozzeria danneggiata, andando quindi a eliminarne le imperfezioni. In questo modo, la vettura appare come nuova e il colore e la lucentezza della parte danneggiata tornano, almeno all’apparenza, come il resto della superficie. In commercio vi sono differenti tipologie di polish per auto, che cambiano a seconda del loro potere abrasivo, generalmente si tratta di un prodotto liquido.

Quale polish utilizzare per la propria auto

Come abbiamo già sottolineato, vi sono differenti tipologie di polish, ognuno per un uso specifico. Alcuni prodotti infatti servono semplicemente per rendere più bella e lucida la macchina e quindi preservarne le caratteristiche estetiche originali, altri invece sono proprio mirati ad una sorta di riparazione di danni, seppur lievi, alla carrozzeria.

Il polish auto quindi può essere:

  • lucidante, ha un potere abrasivo basso e serve appunto per lucidare la carrozzeria; non è da utilizzare sulle plastiche non verniciate, perché potrebbe danneggiarle;
  • rinnovante, molto facile da usare, può essere applicato a mano e dona un effetto splendente alle auto;
  • super finishing, consigliato per le vetture esposte ad agenti atmosferici, visto che crea anche una sorta di velo protettivo;
  • senza silicone, è perfetto per chi deve fare un ulteriore strato di verniciatura o altri trattamenti, non contenendo appunto silicone.

Prima di decidere quale prodotto acquistare, è bene sapere l’effetto che si vuole ottenere: lucidatura o rimozione di graffi e imperfezioni. Potrebbe essere necessario anche chiedere il parere di un esperto, il polish auto va usato con molta attenzione, per evitare di danneggiare ulteriormente la carrozzeria, soprattutto se di colore scuro, su cui si vedono molto di più le imperfezioni e i segni di opacizzazione.

Come deve essere applicato il polish auto?

La prima cosa da sapere è che, prima di applicare il prodotto, di qualsiasi tipologia esso sia, è necessario che la macchina sia fredda e, possibilmente, al riparo dai raggi solari. In questo modo il polish si lavora meglio e si ottiene senza dubbio un risultato migliore.

Agita bene il flacone prima di utilizzarlo, nel caso in cui possiedi una lucidatrice elettrica, usala per applicare il polish direttamente sul tampone. Se invece procedi a mano, allora applica il prodotto sull’ovatta o sul panno e in seguito sulla carrozzeria dell’auto, senza esercitare troppa pressione e con movimenti circolari, utilizzano tutte le dita e non solo la punta; la superficie abrasiva così risulta più ampia e si evita di insistere troppo e solo in determinati punti.

Sarebbe bene lavorare senza anelli o bracciali, e qualsiasi altro elemento che possa grattare e rovinare la vernice della carrozzeria proprio mentre la stai sistemando e lucidando. Il polish deve asciugare e rimanere in posa fino al momento in cui si forma uno strato bianco sulla carrozzeria, che deve essere rimosso con un panno in microfibra.