Info Utili

Il peso dell’auto influisce sui consumi? Cosa dobbiamo sapere

Le vetture più piccole e leggere consentono di risparmiare sulle spese di carburante, oltre che di beneficiare di altri vantaggi: vediamo quali

Il tema dei consumi dell’auto è molto sentito, ogni automobilista infatti è alla ricerca dei giusti “trucchi” per risparmiare sulla spesa del carburante. A questo proposito, si è anche spesso alla ricerca dei parametri che influenzano appunto i consumi, tra questi ad esempio c’è anche il peso del veicolo. Per un principio fisico molto semplice infatti più l’auto è pesante, più consuma carburante.

Peso dell’auto, dimensioni e consumi

Chiaramente il peso di un veicolo è collegato alle sue dimensioni ed è uno degli elementi che più influenza i consumi di carburante del veicolo stesso. Questo è il motivo per cui, prima di comprare una nuova macchina, è fondamentale considerarne appunto il peso e il volume. Per esempio, una normale utilitaria consente di abbattere di molto i costi determinati dal consumo di benzina o diesel rispetto a un SUV o comunque una vettura più grande e pesante. Vediamo quindi tutto quello che c’è da sapere.

Peso dell’auto e come risparmiare

La maggior parte dei clienti presenti oggi sul mercato automobilistico nazionale e internazionale è alla ricerca prevalentemente di auto accessoriate, tecnologiche e sicure, ma anche leggere e economiche quindi nei consumi. Questo emerge dalle statistiche effettuate dagli esperti, e la Case auto lo sanno bene. Anche le nuove norme che riguardano la riduzione delle emissioni di inquinanti dei veicoli hanno determinato la prevalenza delle utilitarie nella scelta dell’automobilista medio. Il 75% circa del consumo di carburante è legato al peso dell’auto, questo significa che anche solo una riduzione di 100 kg di un mezzo consente di diminuire di molto il consumo di CO2 per ogni chilometro percorso. Se pensiamo a un’utilitaria, il suo peso medio in genere varia tra i 1.000 e i 2.000 kg, è molto contenuto, e permette infatti di spendere molto meno sia per il carburante, che per l’assicurazione e il bollo auto.

Meno consumi, più risparmi: viaggiare con un’auto leggera

Siamo quindi arrivati a questo punto dell’articolo con una certezza: il peso dell’auto determina i suoi consumi e quindi la spesa per il carburante. Ecco perché ci sono anche delle piccole strategie da seguire per risparmiare:

  • innanzitutto, soprattutto dopo un lungo viaggio (e comunque è bene farlo periodicamente) è bene controllare, pulire e sistemare il bagagliaio dell’auto. Può capitare infatti che vi rimangano accumulati alcuni oggetti non essenziali da tenere a bordo, che aumentano il carico e quindi il peso della vettura, rimanendo tra l’altro inutilizzati del baule. Non è più un segreto quindi, e sicuramente non lo era nemmeno prima di leggere questo articolo (ma ora ne abbiamo spiegato i motivi) che il peso dell’auto influisce di molto sul consumo di carburante. Un dato? Anche ‘solo’ 20 kg determinano un consumo di carburante aggiuntivo dello 0,5%. Non dimenticate quindi mai di eliminare o almeno ridurre i pesi superflui a bordo della macchina;
  • altra abitudine che potrebbe essere davvero molto vantaggiosa per risparmiare, oltre che per la salvaguardia dell’ambiente e dell’aria che respiriamo, è non spostare l’auto per fare brevi tragitti, che possono essere effettuati in maniera molto facile e veloce anche a piedi o con i mezzi pubblici, soprattutto in città.

Le auto di piccole dimensioni sono di sicuro la scelta migliore per consumare una minore quantità di carburante. Non solo, come abbiamo già detto, inquinano meno, sono più facili da spostare anche nelle più complesse manovre di parcheggio e consentono di pagare meno sia di bollo che di assicurazione.

tag
consumi