Info Utili

Perdita olio, quali possono essere le cause e come risolvere

Una perdita di olio motore dalla vostra auto può essere causata da differenti motivazioni, basta capire quali e come risolverle

Uno dei primi segnali che può farti insospettire e credere che l’auto abbiamo un problema, è il ritrovamento di chiazze d’olio sul pavimento del garage, potrebbe infatti esserci una perdita. Prima di arrivare a qualsiasi conclusione affrettata però considera che le cause della perdita di olio motore possono essere differenti, bisogna capire quali sono e come andare a porvi rimedio.

Perdita olio motore, le principali cause

I motivi per cui l’auto potrebbe perdere l’olio motore sono i seguenti:

  • tappo di scarico della coppa dell’olio svitato, allentato o usurato;
  • filtro installato in maniera scorretta oppure usurato;
  • tappo dell’olio stesso mancante, rotto o allentato.

Perdita olio motore, cosa fare

La prima cosa da fare per capire da dove proviene la perdita è revisionare i componenti essenziali, quindi il tappo dell’olio, quello di scarico e il filtro. Una delle cause più comuni è infatti la rottura della guarnizione di uno di questi. Nel caso in cui invece il motivo della perdita sia da ricercare nel filtro, la causa potrebbe essere un allineamento sbagliato oppure l’usura. Se il problema invece è il tappo di scarico, controllate che sia infilato correttamente e ben chiuso.

Il colore dell’olio, da dove proviene la perdita

Se trovate a terra una chiazza di colore nero o molto scura, allora si tratta di olio già utilizzato e che quindi proviene dalla coppa dell’olio o dal filtro o ancora da un tappo mal posizionato, come abbiamo detto. Se invece l’olio che vedete è ancora chiaro, il problema è da ricercare in cambio, frizione, idroguida o freni. In quest’ultimo caso, troverete dell’unto già a livello delle pinze.

Perdita olio motore, quando potrebbe essere grave

Nei casi descritti sopra, i problemi sono facilmente risolvibili, se invece notate una chiazza scura di grandi dimensioni sul pavimento, allora la motivazione della perdita potrebbe essere più grave, collegata alla coppa, al filtro o alle valvole, ed è importante richiedere una soluzione immediata. Se il filtro dell’olio è intasato o posizionato male, può generare grandi perdite, non riuscendo chiaramente a svolgere la sua azione. Anche la coppa dell’olio potrebbe essere stata installata in modo non corretto.

Il classico fenomeno dell’auto che “mangia olio”

Con questa frase si indicano solitamente quelle vetture che non hanno mai abbastanza olio nel serbatoio, tanto da sembrare appunto che se lo mangino, visto l’eccessivo consumo. Di solito si tratta di macchine che emettono un fumo bianco-azzurro dallo scarico, che indica che i gas di scarico che fuoriescono contengono anche dell’olio bruciato. E che cosa succede? In questo caso si verifica il seguente fenomeno: le fasce raschiaolio che si trovano nei pistoni non riescono più a svolgere la loro funzione e di seguito il liquido lubrificante va a mescolarsi con i gas di scarico. L’olio penetra nella camera di combustione e poi fuoriesce insieme ai fumi, fino al tubo di scappamento. La problematica deve essere risolta.

In conclusione, possiamo dire che qualsiasi problema, a parte la regolazione dei tappi, che si può risolvere benissimo da soli, deve essere visto e risolto dal meccanico. Se hai delle perdite d’olio quindi affida la tua macchina ad un professionista esperto del settore, che possa capire immediatamente la causa della perdita e andare a risolverla con le competenze e gli strumenti giusti. Se la perdita d’olio è di grandi dimensioni e non vedi sulla di strano quando apri il cofano, allora contatta immediatamente un’officina qualificata.