Info Utili

Perché si prende la scossa scendendo dall’auto e come evitarlo?

Non è piacevole prendere la scossa scendendo e salendo dall'auto; ma come si genera la scintilla e, soprattutto, è possibile evitarla? Vediamolo insieme

Una delle cose più fastidiose che accade è prendere la scossa quando si sale e scende dall’auto, toccando le parti in metallo come la maniglia o la portiera stessa, proprio per aprire o chiudere lo sportello. A volte è talmente forte da vedere addirittura la scintilla e da far quasi male. Ma qual è il motivo che scatena questo fenomeno? Cerchiamo di spiegarlo in questo articolo e di capire se c’è un modo per evitare di prendere la scossa in auto.

Cosa causa la scossa che prendiamo in auto?

Mentre la macchina è in movimento, il vento fa attrito con la carrozzeria ed è così in grado di strappare alcuni elettroni dagli atomi metallici che la compongono. Questi atomi inizialmente sono neutrali ma privati di qualche elettrone, si caricano negativamente e quindi assumono un certo potenziale elettrico. Questo è quello che succede all’esterno dell’auto; i passeggeri, che sono all’interno, invece restano a potenziale costante o neutrale.

La scossa infatti si sviluppa proprio nel momento in cui usciamo dalla macchina, visto che siamo appunto a un potenziale differente dalla carrozzeria, e nel momento in cui si ha il contatto la corrente tende a fluire dal potenziale più alto a quello più basso, ed è questo che va a produrre la tipica scarica. Sono molte migliaia di Volts che vengono sprigionate, ma per fortuna il loro amperaggio è molto basso e quindi, pur causando il fenomeno della scossa, non vanno a produrre danni, ma solo un certo fastidio.

Quali sono i momenti in cui si verifica maggiormente la scossa?

In genere quando l’aria è molto secca e quindi ad esempio quando c’è vento. Si tratta infatti di cariche elettrostatiche che hanno la tendenza ad accumularsi localmente nel materiale e a mantenersi se la corrente non ha modo di scaricarsi a terra. Invece quando l’aria è umida (ricca di acqua) è più facile che le molecole di H2O vadano a formare delle sottilissime catene che scaricano l’elettricità a terra, per questo motivo è meno probabile prendere la scossa salendo e scendendo dall’auto.

È possibile evitare di prendere la scossa in auto?

In realtà l’unico modo per evitare di prendere la scossa (anche se non scientificamente provato) è quello di mantenere il bordo metallico della portiera quando la si apre, fino ad essere completamente fuori dalla macchina, trovandoci quindi allo stesso potenziale della carrozzeria. Senza alcuna differenza di potenziale infatti la scarica non ha luogo.

Curiosità sulla fastidiosa scossa

Purtroppo la scossa non si prende solo sulle portiere della macchina, ma è possibile prenderla anche infilando la chiave nel portone esterno di casa oppure addirittura toccando un’altra persona. Com’è possibile che le persone si carichino elettrostaticamente? Ad esempio basta una giornata di vento asciutto e dei vestiti realizzati in materiale plastico per diventare dei portatori, scaricando la tensione a contatto con qualsiasi cosa o persona con un potenziale diverso.

E non è tutto, oltre alle persone, anche mezzi grandi come gli aerei possono accumulare carica elettrostatica, oltretutto in enorme quantità. Una volta arrivati a terra quindi potrebbero essere delle bombe elettriche. Ecco perché, prima del pieno di combustibile, l’aereo viene messo allo stesso potenziale della macchina con dei morsetti metallici che assomigliano a quelli che usiamo quando si scarica la batteria dell’auto. Questo si fa per evitare che, non appena la bocchetta del rifornimento tocca l’aereo, scatti una scintilla talmente potente da far esplodere tutto il carburante.