Info Utili

Patente ed emergenza sanitaria, prorogati tutti i rinnovi

I rinnovi delle patenti di guida in scadenza sono stati prorogati, fa parte delle misure volte a contenere l'emergenza sanitaria Covid-19

Parliamo di emergenza sanitaria a causa del Coronavirus, che purtroppo dal mese di febbraio 2020 ha costretto gradualmente l’Italia a fermarsi. Gran parte delle attività commerciali sono chiuse, restano aperte solo quelle definite di prima necessità, come ad esempio le farmacie e i supermercati. Chiaramente ogni misura ha l’obiettivo di contenere l’epidemia di Covid-19. In questo clima di emergenza e di incertezza le paure per il presente e per il futuro sono tante, inoltre nascono alcuni dubbi, tra i quali anche quelli relativi al rinnovo delle patenti di guida in scadenza in questo periodo. Vediamo cos’ha deciso il Governo con il Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020, emanato per far fronte all’emergenza Covid-19.

Patente e revisione auto scaduta: cosa fare

Tutti coloro che hanno un veicolo la quale revisione sia scaduta al 17 marzo 2020 o che scade entro il 31 luglio 2020, possono circolare liberamente fino al 31 ottobre senza aver effettuato la revisione; entro questa data ovviamente è necessario mettersi in regola. Per quanto riguarda la patente scaduta, la legge italiana indica che tutte quelle scadute in data successiva al 31 gennaio 2020 o in scadenza fino al 31 agosto 2020 sono state prorogate al 31 agosto 2020. La disposizione si estende anche al certificato di idoneità alla guida per i ciclomotori e la proroga è applicata anche per tutte le patenti che sono state rilasciate da un altro Stato dell’Unione Europea, il cui titolare ha acquisito la cittadinanza italiana.

Anche la validità di attestati, permessi, certificati, autorizzazioni, concessioni e atti abilitativi che hanno scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020 è stata prorogata sino al 15 giugno 2020. Tra questi ricordiamo:

  • le autorizzazioni per il trasporto di rifiuti;
  • le autorizzazioni o licenze per il trasporto di merci o persone previste da norme speciali o dal Codice della Strada;
  • le autorizzazioni sanitarie per il trasporto di alimenti o di animali;
  • l’attestato per guidare autobus, autotreni, autoarticolati, autosnodati adibiti al trasporto di persone, autocarri;
  • l’attestato per guidare autotreni e autoarticolati con massa complessiva a pieno carico superiore a 20 tonnellate.

Emergenza sanitaria: gli altri rinnovi prorogati

Tra le varie scadenze ovviamente non rientra solo quella della patente di guida ma anche altre relative all’assicurazione auto, al bollo (ogni Regione ha prorogato la scadenza), e alla carta d’identità. Vediamo nel dettaglio le decisioni prese dal Governo.

Rc Auto, polizza in scadenza: come fare

Per chi ha un contratto assicurativo in scadenza fino al 31 luglio, il periodo entro cui l’assicurazione resta comunque operante è stato portato dai soliti 15 giorni a 30. Lo stesso vale anche per la polizza assicurativa annuale, in cui il pagamento del premio assicurativo viene rateizzato in rate periodiche o semestrali.

Carta d’identità in scadenza: posso rinnovarla ora?

Per chiunque abbia una carta d’identità scaduta dal 17 marzo 2020 in poi è necessario sapere che tali documenti rimangono validi senza necessità di rinnovo fino al 31 agosto 2020. Per quanto riguarda invece la validità ai fini dell’espatrio invece resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento.

Bollo auto in scadenza: come comportarsi

Come abbiamo accennato, ogni Regione italiana decide in merito al pagamento del bollo auto. Al momento sappiamo che in Veneto i bolli in scadenza tra l’8 marzo e il 31 maggio potranno essere pagati entro il 30 giugno, nel Lazio il pagamento della tassa di possesso è prorogato alla stessa data, per coloro a cui scade il bollo tra il 3 marzo e il 31 maggio. Comunque, chi volesse effettuare il pagamento alla scadenza prestabilita, potrà farlo comunque. In Piemonte e Emilia-Romagna il pagamento è sospeso fino a giugno, in Lombardia fino al 31 maggio, quindi ognuno potrà procedere al versamento del tributo nel mese di giugno 2020, come anche in Toscana, in Campania e in Umbria. La Regione Marche ha deciso di posticipare il pagamento fino al 31 luglio.

tag
patente