Info Utili

Patente dimenticata, quali sono le sanzioni in questo caso?

Ci sono casi in cui l'autombilista dimentica la sua patente a casa o al lavoro: cosa succede se viene fermato dalla Polizia e cosa deve fare

La patente, lo sappiamo bene, è uno dei documenti più importanti da portare sempre con sé, indispensabile quando si guida l’auto e qualsiasi altro veicolo. Dimenticare la licenza di guida a casa oppure in ufficio o sul posto di lavoro comporta quindi una multa. Vediamo il valore della sanzione e come sono puniti gli automobilisti che guidano senza portare con sé la patente.

Cosa dice il Codice della Strada in merito?

Il nostro Codice ci obbliga ad avere sempre con noi la nostra patente di guida quando conduciamo qualsiasi tipo di veicolo, che sia per andare al lavoro, per tornare a casa, per fare pochi o tanti chilometri, per andare a fare la spesa o in vacanza. È obbligatorio avere sempre con sé il proprio documento, la regolare licenza di guida. Se un automobilista, nel momento in cui viene fermato dalla Polizia per un controllo, si accorge di non avere con sé la patente, allora è possibile che incorra in una multa del valore di 41 euro (articolo 180 comma 1 e comma 6 del Codice della Strada in vigore in Italia).

Guidare senza portare con sé la propria patente, per negligenza oppure per una dimenticanza, significa rischiare quindi la sanzione, ma non solo. Questo infatti è quello che succede se l’Agente delle Forze dell’Ordine che ferma la vettura al posto di blocco verifica la reale esistenza del documento dimenticato a casa (o in qualsiasi altro luogo) nel database della Motorizzazione (è possibile farlo digitalmente). Una volta eseguito il controllo da parte della Polizia, allora l’automobilista ha l’obbligo di presentarsi in caserma per esibire il suo documento di guida entro 30 giorni dal momento in cui è stato fermato per il controllo.

Cosa succede se la patente è scaduta

Se un automobilista guida senza portare con sé la sua patente, come abbiamo visto, viene punito con la multa di 41 euro. Se, al momento del controllo da parte degli Agenti di Polizia, risulta che la licenza di guida è scaduta, allora la sanzione di 41 euro diventa una multa del valore di 155 euro. E non è tutto, il reato è ancora più grave se la patente è scaduta da più di 3 anni. In questo caso quindi la Motorizzazione Civile chiede al titolare del documento di rifare l’esame che serve per conseguire la patente di guida.

Altre sanzioni relative alla guida senza patente

Ci sono anche dei casi, fortunatamente più rari, in cui un automobilista viene ‘scoperto’ alla guida di una vettura da parte degli Agenti di Polizia, senza mai aver realmente conseguito la patente. Fatto gravissimo, violazione del Codice della Strada che comporta una multa di 2.257 euro.

Altro caso: come abbiamo visto, è fondamentale che l’automobilista ‘beccato’ senza la patente (per dimenticanza) si presenti in caserma per esibire il suo documento (non scaduto e regolare) entro 30 giorni dal momento in cui viene fermato al posto di blocco. Nel caso in cui questo non avvenga, allora entra in vigore una sanzione accessoria del valore di 419 euro (è quanto prevede il Codice della Strada all’articolo 180 commi 1 e 7).

Infine dobbiamo dire anche che un automobilista che subisce un incidente mentre si trova alla guida di una vettura regolarmente assicurata con contratto RCA, anche nel caso in cui non abbia con sé la patente di guida, ha diritto a ricevere il risarcimento dei danni da parte della compagnia assicurativa (tenuta adempiere agli obblighi previsti dal contratto). Basta recarsi in caserma con la patente il giorno dopo l’incidente.

tag
Multe