Info Utili

Passaggio tra le patenti, tutte le informazioni utili

Se hai intenzione di conseguire una patente differente da quella che già possiedi, allora devi sapere quali esami è obbligatorio sostenere

Vediamo quali sono i passaggi da effettuare per poter conseguire una categoria di patente differente rispetto a quella di cui si è già in possesso. Una cosa da sottolineare oggi è che tutti coloro che si preparano sugli esami teorici informatizzati studiano anche la teoria inerente ai rimorchi, che servirà per poter eventualmente conseguire l’estensione E affrontando semplicemente l’esame pratico, senza dover rifare nuovamente quella teorico.

Le persone che hanno sostenuto l’esame per la patente B dopo il 1/1/2013, oggi possono richiedere di conseguire la BE e devono superare solo un esame pratico. Anche i candidati che hanno sostenuto l’esame per la patente C o D dopo il 2/3/2015, se decidono di voler conseguire rispettivamente la CE o la DE, devono affrontare solo l’esame pratico. Cambia invece per tutti coloro che hanno preso la patente prima delle date che abbiamo specificato. Questi soggetti, per ottenere l’estensione E della propria patente, devono fare il solito esame pratico, ma anche un esame teorico integrativo orale.

Altra cosa da sapere è che, in base all’articolo 125, chi possiede la patente CE e la D in automatico può avere già la DE. Chi invece è già in possesso della patente DE e della C, per ottenere la CE deve comunque sostenete un esame pratico.

Patente A, come funzionano i passaggi alle altre categorie

Per chi è in possesso della patente AM e vuole prendere la patente A1, A2, A o B, allora è necessario sostenere esame pratico e teorico. Per chi ha la patente A1 e vuole la patente A2, c’è solo un esame pratico da fare, lo stesso per chi ha lapatente A1, A2, A o B1 e vuole la patente B. Coloro che sono in possesso delle patenti A1, A2 e A e vogliono la patente BE, devono ovviamente prima conseguire la patente B, chi ha la patente A1, A2 o A e decide di conseguire la patente C1, C, D1 o D, deve prima prendere la patente B.

Patente B, come funzionano i passaggi alle altre categorie

Vediamo invece come si deve comportare chi ha già la patente B. Per prendere la patente A, A1 o A2 serve l’esame pratico, per la patente C1, C, D1 o D sono necessari invece sia l’esame teorico che l’esame pratico. Chi ha la patente B e vuole conseguire l’estensione E, deve fare un esame teorico integrativo orale e un esame pratico; se ha sostenuto l’esame della patente posseduta dopo il 1/12/2013, allora basta solo l’esame pratico. Per conseguire la patente C1E o CE, il possessore di patente B deve prima conseguire la C o la C1, lo stesso principio per chi vuole la patente D1E o DE.

Patente C e D, come funzionano i passaggi alle altre categorie di patente

Ultima categoria di cui parliamo è quella dei possessori di patente di categorie C e D. Partiamo da chi ha la patente C1 e per conseguire la C deve fare esame teorico e pratico, come anche chi ha la patente D1 e vuole prendere la patente D. I soggetti che sono in possesso di patente C devono sostenere un esame teorico orale integrativo e un esame pratico per conseguire la CE, se hanno fatto l’esame della patente posseduta dopo il 2/3/2015, allora basta solo l’esame pratico.

Chi ha la patente CE, per ottenere la patente D deve fare esame pratico e teorico, ma ottiene in automatico anche la DE. Coloro che posseggono invece la patente CE o D, non debbono sostenere alcun esame per l’ottenimento della patente DE. Chi ha già la patente D e vuole la patente DE, deve sostenere un esame teorico orale integrativo e un esame pratico, se ha fatto il suo esame della patente posseduta dopo il 2/3/2015 invece deve fare solo l’esame pratico. Infine, i soggetti con patente C, prima di prendere la patente DE, devono fare la patente D, e chi invece ha la patente C o DE e vuole la patente CE, deve fare solo l’esame pratico.

 

tag
patente