Info Utili

Passaggio di assicurazione da moto a moto: quando si può fare?

Che cosa bisogna sapere sulla procedura di passaggio dell'Rc moto, quali sono le regole e i limiti previsti dalla legge in Italia

Il passaggio dell’assicurazione da una moto all’altra si può fare, ma solo in alcuni casi specifici. Vediamo tutto quello che bisogna sapere a riguardo.

Passaggio assicurazione nuova moto: i casi

Oggi la maggior parte delle assicurazioni prevede delle procedure snelle per quanto riguarda il passaggio della polizza da una moto all’altra, iter rapidi, che non richiedono molto tempo, ma è comunque utile sapere come funzionano. Ci sono casi differenti da sapere.

Spostare l’assicurazione su un’altra moto

L’assicurazione della moto si può spostare da una due ruote all’altra, tenendo presente però delle limitazioni previste dalla legge. Quello che è importante sapere è che è ammesso il passaggio della polizza RC moto solo quando il vecchio mezzo:

  • è stato rubato;
  • è stato rottamato;
  • è stato venduto;
  • è stato ceduto in conto vendita a una concessionaria;
  • il proprietario ne ha perso il possesso.

Se la moto è custodita in un’area privata e il proprietario non rinnova la polizza, oppure se il veicolo è sotto sequestro, allora non è permesso il trasferimento della polizza del ciclomotore.

Passaggio assicurazione moto tra familiari

Per trasferire la polizza da una moto all’altra, il proprietario deve sempre essere lo stesso, altrimenti la procedura non è ammessa. C’è una sola deroga: è ammesso il trasferimento dell’Rc moto solo tra familiari conviventi, coniugi in comunione dei beni o persone unite civilmente.

Se al passaggio della polizza il titolare cambia, allora è necessario anche prendere in considerazione gli anni di patente del nuovo contraente che si intesta l’assicurazione moto. Se sotto una determinata soglia, probabilmente la compagnia richiederà un premio più alto.

Passaggio assicurazione per rottamazione o vendita della moto

Se il proprietario di una moto decide di venderla per comprarne una nuova e passare l’assicurazione al mezzo appena comprato, allora è necessario portare alla propria compagnia assicurativa un documento che dimostri il passaggio di proprietà e i dati del veicolo da assicurare (l’attestato di rischio può essere scaricato dall’assicuratore dalla banca dati online, in formato digitale).

La classe di merito resta la stessa; in caso di incidente nel periodo di osservazione della classe di merito, alla scadenza del contratto, la denuncia del sinistro con colpa porterà conseguenze anche sul premio assicurativo che si paga per il rinnovo della polizza.

Se invece il motociclo vecchio viene rottamato, allora la procedura è la stessa, cambia chiaramente la documentazione da dare all’assicurazione:

  • i dati della nuova moto;
  • il libretto di circolazione;
  • la ricevuta che attesta la rottamazione.

Quanto costa il passaggio dell’assicurazione da moto a moto?

Solitamente il passaggio non ha alcun costo, potrebbe però cambiare l’ammontare del premio assicurativo, tutto dipende da vari fattori, tra cui principalmente la cilindrata del nuovo motociclo. Le condizioni di contratto dovrebbero rimanere le stesse, la maggiorazione dei costi potrebbe anche essere legata ad altre motivazioni, come il cambio di residenza.

Come già sappiamo, da anni il tacito rinnovo è stato abolito, quindi l’eventuale cambio assicurazione è diventato più semplice e non serve nemmeno disdire la polizza. Non dimentichiamo che spesso si decide di cambiare compagnia assicurativa solo ed esclusivamente per risparmiare soldi e quindi, nella stessa fase di ‘passaggio’, è possibile decidere anche di modificare la polizza e adottare una soluzione ad hoc, aggiungendo per esempio delle garanzie accessorie.

Il passaggio di assicurazione è immediato, basta avere tutti i documenti della polizza pronti, insieme a quelli richiesti dalla compagnia assicurativa per il passaggio.

tag
moto