Info Utili

Che cosa serve per omologare un gancio di traino per roulotte?

Il gancio da traino per auto, che può servire per attaccare roulotte o carrelli, deve essere collaudato e omologato: come procedere

Il gancio da traino è uno strumento molto utile, un accessorio auto che può servire nel caso in cui il veicolo malauguratamente si guasti e lasci l’automobilista a piedi. Quando, per qualsiasi motivo, non si ha intenzione di chiamare il carro attrezzi o non si ha la possibilità di contattare amici o parenti vicini, allora il gancio da traino può essere davvero una salvezza. Grazie a questo accessorio infatti è possibile chiedere ad un altro conducente di aiutarci a portare il veicolo guasto dove si desidera.

Sono tanti i possessori di auto che decidono di montare sulla propria vettura un gancio traino, anche (e forse soprattutto) per potervi attaccare una roulotte o un carrello per il trasporto merci. Ci sono Case auto che includono questo particolare accessorio tra gli optional disponibili da aggiungere, anche se in realtà è più conveniente installarlo in un secondo momento e fare la richiesta di omologazione, costa meno. Vediamo tutto quello che bisogna sapere.

Gancio da traino: come si installa

Una cosa importantissima da sapere e tenere presente è che il gancio da traino non è un accessorio qualsiasi, che può essere installato da chiunque sul proprio veicolo, senza l’aiuto di un esperto. Serve che il lavoro sia eseguito da un professionista, visto che serve per trasportare rimorchi in strada, il compito è molto delicato, quindi l’installazione del gancio non può essere fatta autonomamente. È fondamentale che vi lavori un team di esperti, per certificarne sicurezza e robustezza.

Il Dipartimento dei Trasporti Terrestri (tramite la Motorizzazione Civile) procede al collaudo e all’omologazione del gancio da traino; per non avere problemi è meglio comprare sempre ganci nuovi, evitando accessori di seconda mano. Meglio ancora se si decide di acquistare un gancio realizzato da un’azienda specializzata nel settore e rinomata.

Le tipologie di gancio da traino tra le quali scegliere sono:

  • fisso, elemento sempre visibile quando non c’è il rimorchio;
  • estraibile, quando non serve può essere smontata la parte esterna, diventando invisibile.

Omologazione del gancio da traino: cosa dice la legge

Per poter usare il gancio da traino in auto è necessario che lo stesso sia collaudato e omologato; per far richiesta al Dipartimento Trasporti Terrestri bisogna presentare:

  • modello TT2119 (che si trova presso gli appositi sportelli della Motorizzazione);
  • dichiarazione di montaggio conforme alla normativa rilasciata dall’installatore;
  • scheda tecnica del gancio fornita dall’azienda costruttrice;
  • fotocopia della carta di circolazione;
  • versamenti per gli oneri di pratica: uno da 25 euro e l’altro da 14,62 euro.

L’installazione del gancio da traino deve essere regolarmente riportata sul libretto di circolazione.

Dopo aver presentato tutti i documenti, allora si può prenotare il collaudo alla Motorizzazione, che serve per ricevere il tagliando adesivo da applicare obbligatoriamente sul libretto di circolazione. Se il gancio è quello previsto dalla Casa auto, serve comunque consegnare tutti i documenti, ma non è necessario il collaudo. Anche la compagnia assicurativa deve essere informata dell’aggiunta del gancio da traino all’auto, in alcuni casi infatti cambia il premio annuale.

Attenzione: è fondamentale far installare il gancio da traino da esperti di settore, fare il collaudo e l’omologazione. Innanzitutto perché in caso di controllo da parte delle Forze dell’Ordine o durante la revisione del rimorchio la sanzione altrimenti è molto alta; non dimenticare poi che il gancio montato male può danneggiare cose e persone, risultando pericoloso.