Info Utili

A quanto ammontano le multe per chi fuma in auto?

Non c'è una legge specifica che vieta il fumo in auto, ma secondo la normativa in alcuni casi è severamente proibito: quando e cosa si rischia

Credits: iStock

Una domanda che spesso ci si pone: si può fumare in auto, mentre si guida, oppure si rischia una multa? Ci sono delle regole da rispettare per evitare sanzioni e anche per salvaguardare la salute delle persone che ci circondando e l’ambiente. Vediamo tutto quello che bisogna sapere a riguardo.

Divieto di fumo nei luoghi chiusi

In Italia oggi la legge vieta il fumo, di norma, nei luoghi chiusi (a meno che non vengano predisposte delle apposite zone fumatori).  La legge cosiddetta ‘antifumo’ è in particolare la numero 3 dell’articolo 51 del 16 gennaio 2003, e prescrive esplicitamente il divieto di fumo nei locali chiusi, non quelli privati e non destinati all’accesso pubblico. Come anticipato, chiaramente, la norma consente di creare delle aree fumatori appositamente dedicate a chi fuma, in cui possono essere anche serviti alimenti. Si tratta comunque di ‘sale’ apposite che devono essere ventilate e protette da porte ad apertura e chiusura automatiche, oltre che dotate di una bassa pressione atmosferica.

Dal 2013 il divieto riguarda anche molte strutture all’aperto.

Che cosa dice la legge sul fumo in auto

Partiamo subito dicendo che in Italia, al momento, non c’è alcuna legge che vieta in maniera esplicita il fumo alla guida dell’auto.  C’è da sottolineare comunque che il Decreto Lgs. n.6 del 12 gennaio 2016 ha introdotto il divieto di fumare nelle aree esterne degli ospedali, ma anche in macchina, solo ed esclusivamente in determinati casi:

  • donne in gravidanza a bordo e minori: in questi casi, per legge, non si può fumare in auto. La legge si riferisce a vetture in movimento e in sosta e chiaramente serve per proteggere la salute dei minori. Sappiamo infatti che il fumo è nocivo anche per chi lo deve subire passivamente;
  • non si può fumare anche se l’auto è ferma nei pressi di un ospedale;
  • al momento non è stata espressa nessuna limitazione sulle sigarette elettroniche, ma qualcosa è destinato a cambiare, visto che già ora non si possono fumare negli istituti minorili; nelle scuole, nelle comunità di recupero, nei centri per l’impiego, sui mezzi pubblici (sul luogo di lavoro invece la scelta spetta all’azienda, che in genere lo vieta).

Cosa rischia chi fuma in auto

Chi non rispetta le regole, lo sappiamo, rischia una sanzione:

  • il fumatore sorpreso con un minore in auto deve pagare una multa che va da un minimo di 27,50 a un massimo di 275 euro, a seconda della gravità dell’infrazione. La cifra può aumentare se in macchina ci sono bambini al di sotto dei 12 anni o donne in stato di gravidanza (fino a superare anche i 500 euro);
  • nessuna agevolazione (sconto) per chi paga la multa in meno di 5 giorni dalla notifica;
  • il ricorso può essere presentato entro 30 giorni dalla notifica, direttamente al Prefetto.

Non è da escludere il fatto che le pene per chi fuma in auto possano cambiare e inasprirsi, come anche per chi guida con lo smartphone. Si tratta infatti di comportamenti pericolosi per la salute, ma che possono anche causare incidenti, considerando il fumare in auto come una sorta di distrazione da parte del conducente.

Attenzione: si può sostare in macchina, con motore acceso, per fumare una sigaretta? Anche in questo caso è possibile rischiare una sanzione amministrativa. Il motivo è da legare al rispetto per l’ambiente, perché solo le vetture green, i mezzi di pronto soccorso o di servizio posso lasciare il motore acceso mentre sono fermi.

Tag
Multe
Leggi l'articolo su Icon Wheels