Info Utili

Si può venire multati se si fuma mentre si guida? Cosa dice la legge

Il fumo alla guida è un comportamento vietato solo ed esclusivamente in determinate circostanze: vediamo quali e che cosa si rischia

Una domanda che spesso si fanno gli automobilisti fumatori riguarda la possibilità o meno di fumare durante la guida dell’auto. Al momento, a meno che non ci siano dei minori nel veicolo, non vi è una norma che vieta questo comportamento, anche se si è parlato della volontà di introdurla nel Codice della Strada. Vediamo tutto quello che bisogna sapere.

Codice della Strada: è vietato fumare in auto?

Si parla spesso di questo argomento e della volontà di introdurre il divieto di fumo alla guida nel nuovo Codice della Strada. Questo significa che per il momento nessuno può essere punito, se non vi sono presenti a bordo donne incinta o minori.

Si tratta di un divieto di cui ormai si parla davvero da moltissimi anni. Ecco i motivi principali per cui si vorrebbe introdurre nel nostro CdS:

  • la volontà di allineare la legislazione italiana a quella di altri Paesi europei;
  • l’accensione della sigaretta mentre si è alla guida provoca inevitabilmente una diminuzione del livello di attenzione del guidatore e quindi un aumento delle probabilità di provocare un incidente;
  • il cattivo odore nell’abitacolo potrebbe incidere sulla reattività del guidatore e sul suo livello di attenzione;
  • fumare mentre si guida è un’azione che potrebbe essere paragonata a quanto accade usando il telefono o altri strumenti mentre si è al volante, comportamento punibile con il pagamento di una multa;
  • altro argomento su cui si fa leva è la tutela della salute dei terzi viaggiatori, in particolare i bambini, che non devono essere sottoposti a fumo passivo;
  • anche il fatto che il conducente spesso getti fuori dal finestrino il mozzicone acceso, con conseguenze negative per l’ambiente, è una delle motivazioni valide per vietare il fumo alla guida.

Inserire questo divieto nel nostro Codice potrebbe quindi aiutare a garantire maggiore sicurezza sulle strade. Chi fuma mentre guida, ovviamente è meno reattivo perché ha una mano impegnata; secondo gli esperti sarà anche meno pronto a intervenire in caso di incidenti o frenate improvvise.

Sanzioni per chi fuma alla guida

Non essendoci ancora un divieto vero e proprio (a meno che non vi siano altri passeggeri “a rischio” a bordo) non esiste nemmeno una multa correlata a questo determinato comportamento al volante. Si rischia la sanzione se si fuma in macchina, anche durante la sosta, se sono presenti minori di 18 anni e donne incinta. In particolare, se in auto insieme all’automobilista che viene sorpreso a fumare ci sono dei soggetti minori di anni 18, allora si rischia una sanzione che va da un minimo di 27,50 euro a un massimo di 275 euro.

Se però in macchina con il conducente che fuma ci sono dei minori con meno di 12 anni oppure donne in gravidanza, allora chi viene sorpreso con la sigaretta al volante è costretto a pagare una multa di 500 euro.

Nessuno sconto per chi paga entro 5 giorni, cosa che invece viene concessa per moltissime altre sanzioni (la maggior parte, come ben sappiamo). Il motivo? Si tratta in particolare di disposizioni che tutelano la salute delle persone, regole generali per la tutela dei non fumatori e non norme previste dal Codice della Strada. Esiste la possibilità di contestare la multa, il ricorso deve essere presentato al Prefetto entro 30 giorni dalla notifica della sanzione.

tag
Multe