Info Utili

Muffa in auto, tutti i trucchi per eliminarla una volta per tutte

Vediamo i motivi per cui si può formare la muffa in auto, quanto può essere pericolosa, come prevenirla e eliminarla, insieme ai cattivi odori che emette

Non tutti si accorgono di questo fenomeno che avviene nelle proprie auto, eppure si possono sviluppare batteri e muffe, che purtroppo portano delle conseguenze anche molto negative sulla nostra salute e su quella dei passeggeri che portiamo con noi.

Vediamo quali sono le cause della muffa in auto, i rischi, i rimedi per eliminarla.

Muffa in auto: di che cosa si tratta

In generale la muffa è un microrganismo della famiglia dei funghi pluricellulari che si riproduce per mezzo di spore. È molto nociva per la salute, influisce negativamente sul benessere e la qualità della nostra vita. Si può sviluppare purtroppo in ambienti chiusi come case, uffici e scuole, ma anche in macchina. L’ambiente caldo-umido dell’abitacolo, a causa della condensa, delle piogge, del caldo durante l’estate e dell’accensione del riscaldamento e del climatizzatore, è ideale per la crescita di batteri e muffe.

Ogni veicolo è un luogo chiuso in cui si deposita materiale organico adatto alla proliferazione delle muffe. Le spore trasportate dall’aria si depositano su superfici e oggetti di ogni tipo e si moltiplicano anche in auto, sui sedili, sui tappetini, sui seggiolini, sulle plastiche. Ovunque.

I rischi per la salute derivanti dalla muffa

La muffa può essere pericolosa soprattutto per i soggetti allergici o con una risposta immunitaria ridotta. Il corpo umano reagisce in maniera differente alla presenza di questi organismi nocivi, è possibile intossicarsi, a causa delle sostanze chimiche emesse da alcune muffe, e subire anche delle conseguenze sull’apparato gastrointestinale, sulle vie respiratorie, sul sistema nervoso e sulle mucose. I soggetti più a rischio sono i bambini.

Muffa in auto: come prevenire la formazione

La causa principale della formazione di muffa in macchina è l’umidità, per quello bisognerebbe tenere l’abitacolo sempre asciutto e arieggiato. Anche eventuali residui di cibo e i rifiuti possono essere motivo di proliferazione di muffe; ecco alcune regole per prevenire la formazione di questi pericolosi microrganismi:

  • battere spesso i tappetini;
  • aspirare le tappezzerie;
  • non dimenticare rifiuti in auto o residui di cibo;
  • lasciare spesso i finestrini aperti per il ricambio d’aria;
  • cambiare regolarmente il filtro abitacolo;
  • eseguire la manutenzione annuale dell’impianto di climatizzazione.

Muffa in auto: come eliminarla

La presenza di cattivo odore nell’abitacolo è il segnale di una possibile formazione di muffa nell’auto. Per eliminarla ci sono differenti modi, tra cui:

  • usare il bicarbonato di sodio;
  • usare acqua ossigenata e candeggina da strofinare sull’area interessata;
  • usare il detersivo per lavatrice contro macchie e muffa.

Come procedere alla sanificazione dell’auto con l’ozono

La sanificazione dell’auto con l’ozono è uno dei metodi migliori per eliminare la muffa e i cattivi odori dall’auto. L’ozono è infatti in grado di neutralizzare oltre il 99% dei microrganismi come batteri, muffe, funghi, spore e lieviti, li uccide per ossidazione e ne previene la ricomparsa, al contrario dei prodotti chimici che non sono del tutto efficaci e soprattutto non solo di origine 100% naturale.

L’ozono inoltre:

  • viene prodotto da dispositivi automatizzati, senza bisogno dell’uomo;
  • non è tossico, inquinante, esplosivo, irritante o pericoloso per la salute;
  • penetra in profondità nei tessuti e nell’abitacolo, in ogni angolo, anche il più difficile da raggiungere;
  • elimina gli odori, senza coprirli.

Si tratta di un trattamento che sanifica l’ambiente, rendendo gli interni dell’auto sicuri per tutta la famiglia.