Info Utili

La moto non parte o fatica a accendersi: le possibili cause

Ci sono differenti motivazioni legate al problema della moto che non parte: vediamo le principali e come risolverle in maniera semplice

Purtroppo può capitare, per sfortuna del motociclista che arriva ‘carico’ in garage per partire per una gita in sella alla sua due ruote, che quest’ultima non parta. Vediamo quali possono essere le cause di questo problema e le possibili soluzioni.

Attenzione al cavalletto della moto

Forse non tutti lo sanno, eppure ci sono moltissimi motociclisti che hanno rischiato di farsi davvero male cadendo in moto, ‘semplicemente’ perché sono partiti con il cavalletto abbassato. Basta arrivare alla prima curva a sinistra per cadere, è logico. Ci sono molte moto che si spengono in automatico quando si abbassa il cavalletto e che non si accendono più sino al momento in cui non si alza. Altrimenti raccomandiamo di fare attenzione a questo elemento. Se luci e tutto il resto funzionano ma la moto non parte, riflettete.

La moto non parte: l’aria aperta

È possibile, sulle moto che possiedono la leva dell’aria, che questa rimanga aperta e che quindi il motore si ingolfi, senza riuscire a ‘prendere’ benzina come dovrebbe. Per questo può risultare difficile far partire la moto, ma basta chiudere la leva dell’aria e aspettare qualche minuto per poter accendere la due ruote.

Attenzione: può succedere anche il contrario e quindi che l’airbox sia intasato e la moto abbia invece bisogno dell’aria per poter partire. Non dimenticate però una cosa importante, la vostra amata motocicletta potrebbe essere ‘soffocata’ anche a causa della marmitta intasata.

Marce e frizione: la moto non vuole partire

Altra problematica: per partire dovete tirare la frizione e premere nello stesso istante sullo starter. Se non lo fate, allora la moto non parte. Altra causa per cui potrebbe non partire è che non siete in folle oppure che non avete tirato il freno anteriore (questo avviene principalmente sugli scooter).

La batteria della moto è scarica

Niente da fare, come succede per l’auto, anche per la moto se la batteria è scarica non si parte. Questo può succedere se lasciate la moto tutto inverno ‘in letargo’ nel garage, senza staccare la batteria. Ma può avvenire anche semplicemente perché la batteria è troppo vecchia, finisce il suo ciclo di vita e non è più possibile nemmeno ricaricarla. L’unica cosa da fare per capire se si riprende e attaccarla ad un altro mezzo e vedere se parte.

Il problema della candela

Si tratta di un elemento fondamentale per la vostra moto, che per svariati motivi si può bruciare. La causa può essere una carburazione troppo magra o troppo grassa, oppure la candela è troppo distanziata e non riesce a provocare la scintilla responsabile dell’accensione. O ancora, può essere arrivata alla fine del suo ciclo vitale e deve essere sostituita. Fortunatamente non si tratta di una spesa elevata.

Grippare la moto

Questa è una delle peggior cose che può succedere a un motociclista: grippare. Purtroppo accade se il motore non è ben lubrificato, anche se solitamente ci si accorge di questa condizione. Nel caso in cui invece sfugga, allora bisogna portare la moto dal meccanico e far fare i lavori necessari al motore.

Il problema della benzina

Questa è la causa più banale, ma a volte, per distrazione, si è convinti di aver lasciato la moto col pieno in garage o comunque non a secco. Eppure la prendiamo per partire e non si accende. Siete sicuri di aver fatto benzina?

tag
moto