Info Utili

Qual è il modo giusto di posizionare le mani sul volante?

Guidare in maniera corretta significa anche sistemarsi alla guida, tenendo una postura confortevole e le mani sul volante con una presa sicura

Credits: iStock

Ogni volta che ti metti alla guida della tua auto, una delle cose più importanti da ricordare è tenere correttamente le mani sul volante, si tratta di un’importante precauzione di sicurezza. Tutti ricorderanno infatti quanto sia importante la posizione delle mani sul volante anche durante l’esame di guida per la patente, l’esaminatore osserva che sia sempre corretta.

Il conducente dell’auto che tiene il volante come si dovrebbe, ha meno probabilità di avere un incidente ed è in grado di utilizzare il proprio veicolo in modo più efficiente. Secondo le statistiche infatti le tecniche improprie di guida, con le mani in posizioni sbagliate, sono tra le principali cause degli incidenti.

Come posizionarsi alla guida dell’auto

Quando ti siedi in auto, devi posizionarti comodamente, regolando il poggiatesta, il sedile e gli specchietti in base alla tua altezza, ma non dimenticare di sistemare anche il volante del veicolo. La maggior parte dei modelli consente ai conducenti di spostare il piantone dello sterzo verso l’alto o verso il basso usando una leva o una maniglia che si trova sotto al volante. Alcune altre vetture permettono addirittura di tirare il volante verso di sé o avvicinarlo al cruscotto. La parte superiore del volante dovrebbe essere più bassa delle spalle, le braccia rilassate.

La cosa importante è trovarsi in una posizione comoda prima di iniziare a guidare, bisogna essere in grado di vedere chiaramente sia dagli specchietti laterali che dallo specchietto centrale e avere una visuale libera attraverso il parabrezza.

La posizione delle mani sul volante: che cosa bisogna sapere

Tra le principali regole che vengono insegnate durante la scuola guida, per l’ottenimento della patente, c’è anche quella che indica la migliore posizione in cui è importante imparare a tenere le mani sul volante, quella che viene chiamata come presa alle ’10 e 10′. Negli ultimi anni però le cose sono cambiate e si è compreso che forse la miglior posizione da tenere per evitare incidenti e di farsi veramente male è la presa alle ‘9 e 15’.

Secondo il parere di molti istruttori di guida sportiva, che consigliano quindi quest’ultima posizione anche per chi usa l’auto tutti i giorni, la vecchia posa ‘10 e 10’ può aumentare il rischio di farsi davvero male in caso di sinistro stradale. Ma quali sono i motivi? Posizionando le mani sul volante in quel modo, si va a coprire quella che è l’area di azione dell’airbag. Questo significa che, in caso di incidente e forte urto, lo stesso di apre, andando però a colpire con grande forza e violenza le braccia del conducente.

La velocità elevata del meccanismo dell’airbag e il gas rovente usato per il suo gonfiaggio possono causare dei traumi molti importanti a braccia e mani, tra cui contusioni, fratture e ustioni. La forza dell’airbag potrebbe anche spingere le mani del conducente sul suo, causando fratture al setto nasale e altri problemi più o meno gravi.

La posizione ‘9 e 15’ delle mani sul volante

Per i motivi appena descritti, oggi la posizione consigliata è quella delle ‘9 e 15’ (riprendendo sempre quella delle lancette dell’orologio), per una maggiore sicurezza in auto. Secondo gli studi infatti, non solo aumenta la sicurezza, ma anche la stabilità del conducente, riducendo il movimento involontario del volante, che infatti causa moltissimi incidenti in auto, soprattutto tra i guidatori più giovani e inesperti. Le mani in questo modo consentono di tenere una posizione di guida più rilassata e confortevole, oltre che efficace e sicura.

Leggi l'articolo su Icon Wheels