Info Utili

Mal di schiena alla guida, tutti i modi per prevenirlo

Dopo diverse ore seduti in auto alla guida, la posizione scorretta e altri fattori possono causare il mal di schiena: come cercare di prevenire i dolori

Il mal di schiena alla guida, soprattutto dopo alcune ore di viaggio, può essere davvero molto fastidioso e rovinare l’entusiasmo della partenza per le ferie. È un problema purtroppo molto comune e diffuso tra gli automobilisti, ma una buona notizia c’è: bastano alcuni accorgimenti per prevenire i dolori.

Come mai viene il mal di schiena in auto?

Non è un dolore che arriva improvvisamente, inizia a dare le prime avvisaglie con dei fastidi nella zona lombare o dorsale e poi, pian piano, il dolore si aggrava diventando sempre più forte e insopportabile. I fattori principali che possono causarlo sono essenzialmente questi:

  • prima di tutto la postura scorretta, nonostante le auto di ultima generazione e soprattutto alcuni modelli premium oggi siano dotati di sedili anatomici e molto comodi (delle poltrone rispetto al passato), il conducente deve comunque fare la sua parte e fare attenzione alla sua posizione, soprattutto in caso di viaggi lunghi;
  • la posizione fissa e forzata per molte ore è un’altra causa del mal di schiena, infatti il corpo deve stare seduto con le mani sul volante (e sulla leva del cambio) per molto tempo, e questa posizione non rispetta sicuramente le necessità fisiche che ognuno di noi ha;
  • la modalità di guida è molto rilevante, se non si tiene conto di buche, ostacoli, dossi e movimenti bruschi, il mal di schiena aumenta. Il consiglio è quello di rallentare se si percorrono strade dissestate, la colonna vertebrale infatti ne risentirebbe troppo;
  • il caricamento dei bagagli errato può portare dolore alla schiena, che però in questo caso viene percepito quasi immediatamente.

Come è possibile evitare il mal di schiena alla guida?

Non solo cause ma anche soluzioni, siamo qui per questo. Vediamo come è possibile cercare di prevenire i fastidiosi mal di schiena che vengono durante i viaggi in macchina:

  • regolare lo schienale in modo da riuscire ad appoggiare bene la zona che va dalle spalle al fondoschiena, per una postura corretta; lo schienale deve sostenere la naturale curvatura della colonna vertebrale. Non tenetelo mai troppo inclinato, per evitare uno sforzo della testa e del collo, che possono provocare dolori cervicali;
  • la distanza del sedile è molto importante, deve poter consentire una posizione naturale e riposata delle gambe e i gomiti devono stare piegati a 90 gradi quando le mani si trovano a ore 10 e ore 2 sul volante;
  • sistemare bene il poggiatesta, il capo deve essere ben appoggiato alla parte centrale del cuscino.

Una volta sistemata la postura, è necessario tenere presenti altri accorgimenti per evitare i problemi che derivano dal mantenimento della stessa posizione per troppo tempo. Prima di tutto è possibile fare alcuni movimenti al volante, ad esempio sgranchendo il collo e la testa, muovendo le dita per riattivare la circolazione o distendendo le braccia. Ovviamente approfittate di rallentamenti o traffico per farlo, altrimenti fermatevi.

Se il viaggio è molto lungo, allora è assolutamente necessario fermarsi. Le soste non servono solo per rifocillarsi, bere un caffè o mangiare qualcosa, ma anche per sgranchire bene le gambe. Bisognerebbe fare una pausa di 10/15 minuti ogni due ore circa.

Attenzione all’aria condizionata, altro elemento che può causare il mal di schiena in auto. Deve essere utilizzata correttamente e impostata ad una temperatura non troppo bassa, l’escursione termica con l’esterno potrebbe causare infiammazioni.