Info Utili

Limitatori di velocità per l’auto: cosa sono e come funzionano

I limitatori di velocità per auto sono di differenti tipologie e sono degli utili dispositivi che permettono di evitare multe per eccesso di velocità

Sulle auto di nuova generazione, oltre a trovare il tasto per la gestione del Cruise Control, vediamo anche quello che serve per impostare il limite di velocità. Forse è una funzione poco utilizzata, ma spieghiamo di cosa si tratta. A differenza del Cruise Control, che permette all’auto di viaggiare a un’andatura costante senza toccare il pedale dell’acceleratore, il limitatore di velocità invece frena la macchina nel momento in cui si raggiunge la velocità stabilita.

Quindi il primo esempio che ci viene in mente è quello dei viaggi in autostrada, in cui si può impostare la velocità a 130 km/h, con la certezza di non superare mai quel limite e quindi di non rischiare delle multe per eccesso di velocità.

Che cos’è il limitatore di velocità dell’auto?

Si tratta di uno dei sistemi attivi di aiuto alla guida, un dispositivo di sicurezza di ultima generazione, che consente al conducente dell’auto di non superare il limite di velocità deciso e impostato o rilevato dal sistema stesso. Il limitatore di velocità è stata lanciato nel 2010 e negli anni è stato ben più volte migliorato, fino ad arrivare oggi, dieci anni dopo, ad essere uno dei migliori dispositivi di assistenza alla guida, utile e intelligente.

Ne esistono due principali tipologie:

  • il più semplice, mostra un’icona di avviso di superamento del limite di velocità sul display;
  • altri più complessi, emettono un suono di avviso e segnalano il pericolo con la vibrazione del pedale.

Nel modello semplice, il dispositivo non interviene sulla guida (è passivo), negli altri invece, oltre a vibrare, il sistema attiva automaticamente una resistenza del pedale, che ostacola la spinta col piede.

Quali son i vantaggi di un limitatore di velocità in auto?

I motivi per cui generalmente si decide di avere un limitatore di velocità sono:

  • la possibilità di evitare multe per eccesso di velocità, il limitatore infatti manda un alert automatico che aiuta a non superare il limite. Come ben sappiamo, chiaramente non rischiamo alcuna sanzione da tutor o autovelox se il limite della strada che stiamo percorrendo viene rispettato;
  • una maggior sicurezza, procedere infatti a velocità sostenuta dove non è possibile (e in generale) aumenta di moltissimo le probabilità di essere coinvolti in un incidente stradale anche grave. Mantenere il controllo del veicolo mentre si viaggia a velocità sostenute non è per niente semplice. Più è alta la velocità di percorrenza, maggiori diventano lo spazio di frenata e la pericolosità dell’impatto;
  • un aiuto alla prontezza di riflessi del conducente auto; dopo aver passato diverse ore alla guida, passando da un limite di velocità all’altro, è complicato riuscire a mantenere la concentrazione totale per tutto il proprio percorso. Il limitatore di velocità è quindi un grande aiuto in questo senso;
  • il suono di allerta di questo dispositivo può essere molo utile nei casi in cui purtroppo si verifica il cosiddetto colpo di sonno, che porta l’automobilista, molto spesso, a premere sul pedale dell’acceleratore in maniera involontaria. Il suono e la vibrazione possono svegliare il conducente del veicolo, evitando il peggio.

Limitatore di velocità auto: come funziona

Non tutti i dispositivi funzionano nello stesso modo, dipende quindi dalla tipologia e dal modello che si decide di installare sul proprio mezzo. I modelli semplici obbligano l’automobilista a impostare i limiti della velocità di marcia che è bene tenere, in base al percorso e alle tipologie di strada che si attraversano. In questo caso il limitatore manda una segnalazione quando viene superato il limite. Ci sono poi, come abbiamo visto, altri modelli più complessi, che includono delle telecamere in grado di captare i limiti di velocità indicati lungo il percorso. Queste passano l’informazione al software, che avvisa nel momento in cui il conducente supera il limite, mandando differenti segnali, tra cui un alert audio, la spia luminosa, la vibrazione e la resistenza del pedale.