Info Utili

Lampadine auto, quanti tipi ne esistono e come scegliere le migliori

Le lampadine dell'auto sono tra gli accessori fondamentali per poter viaggiare in sicurezza e senza alcun rischio: quali scegliere e come

Ci sono differenti tipologie di lampadine e fari auto, come quelli alogeni, a Led e Xenon, è importante capire se conviene investire in prodotti che costano meno ma hanno una durata limitata e garantiscono meno sicurezza oppure se è meglio comprare lampade che sono di qualità e prezzi superiori, ma che fanno risparmiare nel tempo.

Vediamo quindi se conviene una lampada standard a luce gialla o una a luce bianca, le differenze che ci sono tra i vari modelli di lampade alogene e come cercare il prodotto giusto per noi nel caso in cui si cerca più luce o una lampada di qualità che abbia maggior durata.

Le differenze tra luce e colori delle lampade dell’auto

Spesso, quando dobbiamo scegliere le lampadine per i fari dell’auto, non sappiamo bene come orientarci nell’acquisto e finiamo magari per prenderne un modello a caso, senza realmente sapere quale sia la reale affidabilità del prodotto o la luminosità. O ancora non sappiamo bene quale sia più conveniente da comprare e il colore migliore.

Spesso però sulle scatole ci sono delle chiare indicazioni che possono aiutare a riconoscere i migliori prodotti e aiutare l’utente nella scelta della lampada per l’auto. Ci sono automobilisti che prediligono un fascio di luce costante e che duri più a lungo possibile, che serve anche per ammortizzare i costi di manodopera, soprattutto quando i fari della macchina si trovano in posizioni non proprio comode.

Ci sono poi altre tipologie di fari auto che vengono scelte da chi vuole puntare su prestazioni cromatiche migliori e anche sulla durata nel tempo, con una luce Xeno, che consente di vedere i contorni degli oggetti anche in condizioni di scarsa luminosità. In commerci troviamo altrimenti modelli che mantengono una colorazione della luce meno bianca ma in grado di offrire comunque il 100% della luce in più rispetto ai valori minimi per l’omologazione. Infine, l’illuminazione più sicura sta in quei modelli di lampadine che sono in grado di estendere il loro fascio di luce anche fino a 150 metri.

Il colore del bulbo delle lampadine alogene dell’auto

Si tratta di una caratteristica che non tutti conoscono. Ci sono infatti molti automobilisti che scelgono le lampadine per il colore della luce emessa e quindi per le alte prestazioni, altri invece che scelgono quelle con il bulbo di vetro di colore blu anche solo per cambiare il look della propria vettura anche a fari spenti, dando un tocco grintoso e sportivo alla propria auto anche “quando è ferma”.

In commercio troviamo delle lampadine economiche, che sfruttano questa caratteristica semplicemente per cercare di imitare l’estetica dei prodotti di alta qualità. I maggiori produttori di lampade invece utilizzano un gradiente multiplo di colore delle stesse, questo significa che il bulbo ha dei segmenti ben definiti sulla superficie, per determinare sia la potenza del fascio luminoso che la direzionalità con maggiore precisione. Comprare una lampadina di qualità purtroppo non sempre vuol dire affidarsi ad un prodotto che dura a lungo, può succedere che bruci comunque in anticipo rispetto a quanto ci aspettiamo.

È possibile allungare la vita delle lampadine auto?

Alcune lampade si bruciano facilmente e dei modelli di auto consumano maggiormente, e non solo carburante. Uno dei consigli sempre valido è avviare il motore con i fari spenti, per ridurre i picchi di tensione, e accenderli dopo aver fatto partire l’auto. Anche gli shock meccanici non sono amici delle lampadine alogene, quindi è bene fare attenzione anche a non chiudere cofano e bagagliaio con troppa energia, per non rischiare di spezzare (a lungo andare) il filamento delle lampadine.