Info Utili

Incidente a causa della strada ghiacciata: di chi è la colpa?

Purtroppo non è raro che si perda il controllo del veicolo a causa delle strade ghiacchiate o ricoperte di neve d'inverno; in caso di incidente, chi paga?

Durante la stagione invernale le strade ghiacciano spesso, soprattutto nelle ore notturne e, a seconda della zona in cui vivete, potreste imbattervi anche in abbondanti nevicate. In questi casi, viaggiare in auto è senza dubbio più “pericoloso” e meno sicuro, si verificano infatti molti incidenti a causa di ghiaccio e neve, sia in autostrada che in città. Vediamo come si può ottenere un risarcimento e chi paga i danni.

Chi è responsabile delle strade e autostrade in Italia?

La responsabilità della manutenzione e della messa in sicurezza delle strade è di Autostrade per l’Italia, Comuni e Province, a seconda del tratto interessato. Questi enti rispondono anche degli interventi di prevenzione e di scioglimento del ghiaccio e della neve durante la stagione invernale, utilizzando i classici mezzi spargisale che conosciamo. Vediamo quando società e Comuni sono responsabili degli incidenti causati da ghiaccio e neve e come ottenere il risarcimento danni.

Autostrada, incidente per neve o ghiaccio: chi è responsabile e deve pagare i danni?

Autostrade per l’Italia è la società responsabile delle nostre autostrade, quindi nel caso in cui avvengano incidenti stradali e/o tamponamenti per colpa della presenza di ghiaccio e neve, deve rispondere dei danni se il conducente del veicolo coinvolto dimostra che il sinistro stradale è avvenuto per colpa della mancata manutenzione del tratto stradale da parte di chi di dovere.

Durante l’inverno, e soprattutto quando vengono dichiarati i momenti di allerta meteo, è proprio l’ente stesso responsabile della manutenzione e della sicurezza del manto stradale che deve provvedere alla pulizia dei tratti autostradali già ricoperti (o che rischiano di essere ricoperti) da ghiaccio e neve, per rendere sicura la guida degli utenti circolanti. Se quindi un automobilista coinvolto in un incidente per eccessiva presenza di ghiaccio o neve dimostra che la causa sia stata la mancanza di un intervento adeguato dei mezzi spargisale, allora può agire in giudizio legittimamente e chiedere il risarcimento dei danni.

Attenzione: la regola è valida solo ed esclusivamente se il peggioramento delle condizioni meteo era prevedibile e l’automobilista dimostra anche di avere le gomme da neve o le catene, oltre ad aver tenuto uno stile di guida responsabile. Altrimenti la società Autostrade per l’Italia non è ritenuta responsabile e quindi non deve pagare i danni.

Quando paga il Comune per incidente su strada ricoperta di ghiaccio o neve?

Questa tipologia di incidente può avvenire anche in paese, non soltanto in autostrada. Quindi anche il Comune può essere ritenuto responsabile e dover pagare i danni derivanti dal sinistro, nel caso in cui non abbia provveduto ad un’adeguata prevenzione della formazione del ghiaccio. L’ente è infatti gestore/proprietario dei tratti di strada compresi nell’area sotto la sua amministrazione, per questo motivo ne deve assicurare la messa in sicurezza.

L’utente che subisce dei danni alla persona o al proprio mezzo a causa di ghiaccio o neve sulla strada può chiedere in risarcimento al Comune, agendo in giudizio e dimostrando che il motivo che ha scatenato l’incidente è proprio la mancata o scarsa manutenzione stradale. Anche in questo caso, la persona che si trovava al volante deve dimostrare di aver tenuto una guida prudente, viste le condizioni meteorologiche avverse.

Risarcimento per ghiaccio o neve su strada: i casi in cui è escluso

Se le condizioni meteo di forte neve e ghiaccio possono essere definite non prevedibili e di entità eccezionale, allora l’ente responsabile non è tenuto al risarcimento dei danni per sinistro stradale. Comune, Provincia o Autostrade per l’Italia devono in ogni caso dimostrare di aver adottato tutte le misure precauzionali. Se il veicolo non era munito di gomme invernali o catene da neve oppure se non stava rispettando i limiti di velocità, allora è escluso il risarcimento dei danni.